Michelle Hunziker e Tomaso Trussardi: la favola giovane, ma matura

di Linda Milesi 

In un'intervista a Vanity Fair, la soubrette confessa che, nonostante la differenza di età Tomaso potrebbe essere l'uomo giusto per un altro figlio

Linda Milesi

Linda Milesi

Leggi tutti

Una sana e contagiosa dose di felicità è quello che traspare dalle parole della Hunziker nell' intervista rilasciata a Vanity Fair, che le dedica la copertina, in edicola domani 7 marzo.

Riguardo alla sua liaison con Tomaso Trussardi, la showgirl svizzera si confessa innamorata persa e non nasconde le sue perplessità iniziali sulla differenza di età. «Ero prigioniera del cliché 'donna giovane-uomo maturo'. Proprio non mi convincevano le storie dove più piccolo, magari molto più piccolo, è lui» ha fatto sapere la soubrette, ma nonostante i 7 anni di differenza tra i due, la bella Michelle è rimasta colpita per la sua maturità. «Non ha ancora trent'anni ma è un uomo adulto, la sua è una famiglia unita che gli ha dato un'educazione molto solida e alcune sofferenze che ha vissuto hanno rafforzato il suo carattere. Infatti è già pronto a svolgere un ruolo molto importante nel gruppo (Tomaso è amministratore delegato di Trussardi, ndr). Insomma, non riesco a pensare a lui come a un ragazzo».

Le sue parole non lasciano spazio ad alcun dubbio. La maturità dimostrata dal rampollo di casa Trussardi supera anche eventuali perplessità legate all'età anagrafica per lasciare spazio ad un amore giovane, ma maturo. Sì, perché, la soubrette non ha paura ad esporsi e alla domanda sull'uomo giusto per avere un altro figlio, Michelle risponde che «quello giusto potrebbe essere proprio lui». Anche se, ha sottolineato, per ora preferisce aspettare prima di riassumersi un'altra importante responsabilità. «Vorrei aspettare un po'. Aurora è diventata grande. Ho riconquistato un bel margine di libertà, il lavoro va bene, ho comprato una nuova casa. Ho voglia di staccare, di girare il mondo con Tomaso».

(fonte LaPresse)