Madonna, sotto processo il suo stalker trovato con piccone e martello

di Laura Scafati 

Il 19 giugno è fissata l'udienza per Robert Linhart, l'uomo che nel 2010 fu arrestato, ma poi rilasciato perchè si presentò sotto l'abitazione della pop star con piccone e martello

Laura Scafati

Laura Scafati

ContributorLeggi tutti


foto Getty Images

foto Getty Images

Sono passati due anni dall'arresto di Robert Linhart, il presunto stalker di Madonna arrestato nel 2010 perché trovato sotto l'appartamento della cantante a New York con coltello e piccone.

L'uomo, all'epoca, fu rilasciato dal giudice, ma il procuratore distrettuale di Manhattan si era appellato contro la decisione per far riaprire il caso. Il processo, infatti, partirà il 19 giugno tanto che Linhart ha cinguettato su Twitter: « Benvenuti nel mio incubo. Il giudice Wittner inverte la sua decisione di evitare il processo. L'udienza è fissata per il 19 giugno 2012. Il mio avvocato Kevin Kitson si sta occupando della cosa».

Linhart, durante l'arresto, venne trovato con alcuni cartelli che testimoniavano la sua passione per la popstar e proprio a questo proposito ha aggiunto sul social network: «Quando i quattro poliziotti hanno distrutto i cartelli che avevo nel camion hanno infranto la legge e violato i miei diritti costituzionali e le mia libertà di parola. Hanno picchiato un uomo ammanettato di 59 anni senza altra colpa di aver espresso le proprio idee. Tutto verrà alla luce».

Nel mese di gennaio Linhart aveva rifiutato un patteggiamento e l'avvocato aveva motivato la decisione sostenendo che il suo cliente non avrebbe mai dovuto essere arrestato.

(fonte LaPresse)

>> MADONNA, VOGLIO DIVENTARE PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI >> MADONNA, AI MIEI FIGLI NON PIACCIONO LE MIE CANZONI
>> NOZZE PER MADONNA?

> PIU' GOSSIP
> PIU' STAR

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

Da Vanity


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it