Fenomenologia di Belén su GQ

di staff Style.it 

María Belén Rodriguez Cozzani, per tutti nota solo come Belén, è la protagonista della cover story del numero di luglio di GQ, in edicola da oggi

Fenomenologia di Belén, a firma del direttore Gabriele Romagnoli, racconta lo shooting nella villa hollywoodiana del celebre fotografo americano Douglas Kirkland, che dopo aver immortalato nella sua lunga carriera Marilyn Monroe, Sophia Loren e Audrey Hepburn, ora si è cimentato con l'"oriunda" più desiderata dagli italiani:

Kirkland ha chiesto informazioni ai suoi amici italiani, prima di accettare. Dopo aver ascoltato le risposte, gli resta ancora una domanda: "Perché questa ossessione per Belen?".

E' quel che ho cercato di capire anch'io, portandola da Milano alla California. Alla partenza indossa occhiali scuri e dice: "Non chiamarmi col mio nome o la gente si accorge e impazzisce". All'arrivo in hotel ci sono già tre ospiti di nome Rodriguez e lei è soltanto l'ennesima complicazione per il centralinista. Gliela risolve in fretta, dieci minuti e ridiscende con i bagagli: la camera è rumorosa, cambia albergo.

Questo coincide con l'immaginario che la vuole capricciosa, risoluta, ingovernabile. La realtà è un processo di adeguamento. La scorsa vigilia di Natale cenavo a un lungo tavolo e avevo di fronte un venditore di cucine. Raccontava che un giorno nel suo show room gli è apparsa Belen. Non è entrata, "gli è apparsa". Fa differenza. Il fenomeno ha comportato "vibrazioni", "meraviglia" e "balbuzie", corredo miracolistico della "presenza".

Su questo numero di GQ, inoltre, uno Speciale Olimpiadi con un'intervista esclusiva con Usain Bolt, un reportage dal Sud Africa in cerca di quel che resta di Mandela, le interviste con Robert De Niro, Alejandro Inarritu e Patti Smith.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

Da Vanity


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it