I 'giochi proibiti' di Marilyn Monroe, stella bisex

di Redazione Gossip 

A pochi giorni dal cinquantesimo anniversario della morte della diva tra le dive un nuovo libro punta allo scandalo con qualche rivelazione piccante sulla passione di Marilyn per le donne (e per una, più giovane di lei di 14 anni, in particolare)

Redazione Gossip

Redazione Gossip

Scopri di piùLeggi tutti


foto Corbis

foto Corbis

La pietra del nuovo scandalo (postumo) targato Monroe sarebbe tal Jane Lawrence, che, a suo dire, conobbe la diva al culmine della sua carriera e che con lei avrebbe intrecciato una liaison dangereuse ora al centro del nuovo libro dello scrittore americano Tony Jerris (Marilyn Monroe: My Little Secret).

Stando al volume, le due si erano incontrate quando Jane aveva solo 12 anni, grazie al patrigno di lei, avvocato, scoprendo fin da subito di avere molte affinità. Biografiche innanzitutto, essendo entrambe orfane e cresciute nello stesso istituto.
Da semplici amiche Jane e Marilyn sarebbero diventate qualcosa di più una sera che l'attrice aveva mescolato medicine e champagne al grido (da perfetta diva dannata) di «Le bollicine mi fanno felice, le pillole accelerano la cosa».  Ma il tema dell'omosessualità era stato già argomento di conversazione anche prima della notte galeotta.  «L'amore è l'amore. Le preferenze sessuali poco importano» aveva detto una volta la stella Anni Cinquanta all'amica ancora confusa sui propri sentimenti.

Secondo un'intervista rilasciata dall'autore al sito RadarOnline, Jane, sedotta dalla diva bionda a 16 anni, dovrebbe proprio a Marilyn la definitiva conferma della propria omosessualità: «Marilyn mi ha procurato sensazioni fino ad allora sconosciute. Con le altre donne con cui ero stata fino a quel momento c'era sempre stato un che di esitazione, nulla a che vedere con il suo ardore e la sua sicurezza».

Sospesa tra l'amicizia e l'attrazione sessuale, l'affinità elettiva tra la Lawrence e la Monroe durò 10 anni senza mai tramutarsi in un rapporto esclusivo. Nel libro Jerris parlerebbe di altre numerose esperienze omosex dell'attrice (con Liz Taylor e Barbara Stanwyck, ad esempio) ma secondo la protagonista di Marilyn Monroe: My Little Secret, Marilyn non era tanto gay, quanto, più semplicemente, uno spirito libero, una persona curiosa dotata di una rara mentalità aperta (per i tempi) in fatto di eros.

> PIU' GOSSIP
> PIU' MARILYN
> PIU' STAR

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it