Michael Jackson: il medico incriminato chiede la riapertura del caso

di Elisabetta Lombardo 

I legali del dott. Murray, in carcere per l'omicidio involontario di Michael Jackson, chiedono un nuovo esame per provare che il cantante potrebbe essersi iniettato da solo la dose letale del farmaco che l'ha ucciso

Elisabetta Lombardo

Elisabetta Lombardo

TranslatorScopri di piùLeggi tutti


Conrad Murray al processo per la morte di Michael Jackson
 foto Corbis

Conrad Murray al processo per la morte di Michael Jackson
foto Corbis

Il dott. Conrad Murray, l'ex medico di Michael Jackson, sta scontando una pena di 4 anni di carcere. La corte lo ha giudicato colpevole di omicidio involontario, per aver iniettato al cantante una dose eccessiva di Propofol, causandogli una intossicazione che avrebbe portato Jackson alla morte, nel giugno del 2009. Ora i suoi legali hanno inoltrato una nuova mozione al tribunale della California, per chiedere alla corte d'appello che la fiala contenente il Propofol venga riesaminata. Ciò che vorrebbero appurare è la presenza o meno di Lidocaina, una sostanza diluente che viene comunemente mischiata all'anestetico per alleviare le sofferenze del paziente. Secondo la loro tesi, l'assenza di lidocaina nella siringa starebbe a significare che Michael Jackson si iniettò da solo il Propofol, scagionando così il loro assistito dall'accusa di omicidio involontario. La richiesta di effettuare questo test è stata negata per ben due volte durante il processo a carico del Dott. Murray.

Il medico si è ripetutamente lamentato per le condizioni della sua prigionia, sostenendo che nel carcere californiano in cui sta scontando la sua pena, gli viene consentito di uscire all'aria aperta solo una volta a settimana, e ciò gli causa costanti emicranie. La sua legale Valeria Wass ha raccontato: «Mi ha detto 'Potrei non uscirne vivo. Questo posto è pericoloso, sto morendo qui dentro. Il sistema vuole farmi fuori'».

Nel frattempo il Direttore Esecutivo dell'ufficio Consumatori del Consiglio Medico della California ha chiesto la radiazione dall'albo dei medici per l'ex dermatologo di Michael Jackson, Arnold Klein. La motivazione sta nel rifiuto da parte del dott.Klein di sottoporsi a un esame delle sue capacità fisiche e mentali, in violazione delle disposizioni del Consiglio. Una richiesta derivante da una lamentela anonima nei confronti del medico avanzata nel 2010. Il suo rappresentante ha detto a TMZ.com: «È nostro desiderio cooperare attivamente, desideriamo solo sapere le motivazioni che sono dietro a queste indagini. Siamo fiduciosi che la corte sarà giusta nel suo giudizio».
(fonte Bang)

>> MICHAEL JACKSON, UN TESTAMENTO FALSO?
>> SCOMPARSA LA MAMMA DI MICHAEL JACKSON (FORSE)
>> DOPO LA MORTE DI WHITNEY INIZIANO LE SPECULAZIONI

> PIU' GOSSIP
> PIU' STAR

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio