Britney Spears, una vita sotto custodia

di Laura Scafati 

Per problemi psicologici la cantante è stata posta sotto lo strettissimo controllo di padre e fidanzato. Dall'uso del telefono e di internet alle decisioni personali e finanziarie la vita della popstar è completamente monitorata

Laura Scafati

Laura Scafati

ContributorLeggi tutti


Britney Spears

Britney Spears

La tutela sotto la quale il giudice pose Britney Spears quattro anni fa sembra rimanere tuttora confermata a causa dell'incorrere dei suoi problemi psicologici. Ma stando a quanto riportato dall' Huffington Post, saranno il padre e il fidanzato a tenere sotto strettissima osservazione la cantante.

I tutori hanno previsto di concedere ai due uomini il potere di controllare e intervenire nelle decisioni personali e finanziarie della popstar. «Per la sua sicurezza è stato diminuito e monitorato l'utilizzo che Britney fa di internet e del telefono» ha fatto sapere una fonte a Radaronline spiegando che il padre di Britney e il suo fidanzato vogliono assicurarsi che lei non abbia alcun contatto col suo ex agente Sam Lutfi. Gli agenti di Britney riuscirono ad ottenere, nel gennaio 2009, un ordine restrittivo contro Lutfi in seguito al suo tentativo di costringere Britney ad assumere droghe per poterla controllare e gestire. Il padre della Spears scrisse in una nota: «Mr. Lutfi ha drogato mia figlia…le ha tagliato la linea del telefono di casa e ha fatto sparire il suo caricabatterie. Lui urla contro di lei. Sostiene di controllare tutto, il business manager di Britney, i suoi avvocati e le guardie di sicurezza al cancello».

Secondo la fonte, ora che l'ordine restrittivo è scaduto, padre e fidanzato stanno prendendo ampie misure di sicurezza affinché Lutfi possa stare lontano da lei. L'uomo, dal canto suo, vuole citare in giudizio la cantante e i suoi familiari per violazione di contratto, diffamazione e calunnia facendo riferimento al libro pubblicato da Lynne, la madre di Britney, "Through The Storm",  nel quale si racconta il ruolo che Lutfi ha avuto nella vita della figlia prima del suo esaurimento e successiva tutela concessa nel 2008.

Da quando Britney e Trawick usano lo stesso cellulare, ha proseguito la fonte, è più facile controllare chi sta chiamando, ma soprattutto assicurarsi che il numero di Lutfi sia bloccato. Per quanto riguarda i social media, Britney Spears sembra piuttosto attiva su Facebook e Twitter, ma stando a quanto riportato, ci sono buone probabilità che non sia lei a gestire i suoi profili o interagire con i suoi contatti.  Alcune fonti hanno detto al magazine on line che l'uso di internet da parte di Britney è stato ridotto affinchè lei non legga storie o notizie negative che la possano fare star male nuovamente. «Tutto questo, naturalmente, è fatto per il suo bene» ha concluso la fonte. Ad agosto, pare che Britney abbia iniziato a sentirsi frustrata per il fatto di essere sottoposta a tutela, ma i dottori che la seguono hanno detto che non è ancora pronta per abbandonarla.

(FOTO SplashNews)

>> BRITNEY SPEARS PASSA SOTTO LA CUSTODIA DEL FIDANZATO?

>> BRITNEY SPEARS ACCUSATA DI MOLESTIE SESSUALI

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it