Britney Spears, l'ex manager se la prende col fidanzato

di Magda De Matteis 

Al processo contro Britney Spears, l'ex manager Sam Lufti in aula ha parlato di come (secondo lui) stavano le cose tra lei e il suo attuale fidanzato Jason Trawick nel 2007

Magda De Matteis

Magda De Matteis

Leggi tutti


Jason Trwick e Britney Spears

Jason Trwick e Britney Spears

Sam Lufti è attualmente il manager di Courtney Love, ma nel tempo libero ha intentato una causa per diffamazione e violazione del contratto nei confronti di Britney Spears e dei suoi genitori. A detta di RadarOnline, sostien ora che nel 2007 la giudicessa di X-Factor ha licenziato il suo attuale fidanzato Jason Trawick. Alla giuria ha dichiarato «Jason era il suo agente al tempo e Britney non era sicura di voler ancora avere a che fare con lui, tant'è vero che lo ha licenziato». Ha ribadito poi di non aver nulla a che fare con l'abuso di droghe all'origine del tracollo nervoso della cantante che, nel 2008, le ha fatto perdere la custodia dei due figli, Sean Preston e Jayden James.
Ha ammesso di assumere Aderall per curare l'ADD (sindrome da deficit di attenzione), ma ha giurato di non aver mai somministrato alcuna delle sue medicine a Britney. «Non l'ho mai drogata».
Sam Lufti ha accusato Britney Spears di aver violato i termini del contratto, secondo i quali - dice - avrebbe dovuto rappresentarla per quattro anni. L'avvocato della Spears, invece, sostiene che non sia mai stato legalmente il suo manager e che non ci siano pertanto le basi perché richieda il 15 percento dei suoi guadagni.
A essere chiamato in causa (letteralmente) è anche papà Jamie Spears che settimana scorsa ha ammesso di essersi "spaventato a morte" al tempo dell'episodio psicotico della figlia e di aver temuto che non si sarebbe mai rimessa. Lufti accusa lui di aggressione e la madre Lynne di diffamazione, per la sua versione dei fatti raccontata nel memoire Trough the storm.
Alle accuse di aver approfittato della debolezza di Britney, l'ex-forse-manager ha risposto di aver fatto tutto ciò che era in suo potere per proteggerla. «Dettavo delle regole molto precise ai fotografi e dicevo loro dove saremmo andati durante la giornata, perché le tenessero un parcheggio».
(fonte Bang)
(foto Splashnews)

>> BRITNEY SPEARS: IN TRIBUNALE ANCHE LA TATA DEI SUOI FIGLI

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

Da Vanity


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it