Sylvester Stallone ricattato per anni dalla sorellastra per presunti abusi

di Elisabetta Lombardo 

Milioni di dollari elargiti nel corso degli anni, finché la donna non è morta: un accordo venuto alla luce solo ora. Si trattava di un indennizzo o di un bieco ricatto? Stallone respinge ogni accusa

Elisabetta Lombardo

Elisabetta Lombardo

TranslatorScopri di piùLeggi tutti


L'attore Sylvester Stallone

L'attore Sylvester Stallone

Sylvester Stallone aveva un accordo finanziario segreto con la sua sorellastra, ora defunta.
Fino al momento della sua morte Sly avrebbe corrisposto alla donna, Toni-Ann Filiti, oltre 16mila dollari al mese, in aggiunta a un'iniziale stratosferico indennizzo di 2milioni di dollari e a un fondo fiduciario del valore di 50mila dollari l'anno per sostenere le sue spese mediche e psichiatriche.
Il tutto per risarcirla degli abusi ai quali lei sosteneva di essere stata sottoposta per anni.
Stando ai documenti di cui è venuto in possesso il New York Times, la Filiti avrebbe denunciato di aver subito «danni personali, anche psicologici» da parte dell'attore, il quale dal canto suo «ha sempre negato e continua a negare, rigettando ogni accusa».
C'è chi parla addirittura di una causa che la Filiti - morta ad agosto dello scorso anno all'età di 48 anni - avrebbe minacciato di intentare, ma l'offerta economica di Stallone l'avrebbe fatta desistere dal portare avanti le sue minacce.
La madre di Rocky, Jaqueline, sostiene però che l'accordo raggiunto fu frutto di un vero e proprio ricatto e che suo figlio si trovò costretto ad acconsentire in quanto vittima.
«Un'estorsione in piena regola, di questo si è trattato - ha dichiarato - Toni-Ann era dipendente da una droga chiamata Oxycontin, ne assumeva ogni giorno, e arrivò a minacciare Sylvester. Una drogata farebbe qualsiasi cosa. Quando lui diventò famoso, non ebbe nemmeno bisogno di prenderlo all'amo. Lui voleva aiutarla, e alla fine ha ceduto. C'erano stati così tanti episodi conflittuali. A quel tempo, parliamo del 1987, lui era all'apice del successo. Gli avvocati gli consigliarono di accontentarla, per farla stare zitta».
Diversa l'opinione di Edd, il 19enne figlio di Toni-Ann:
«Mia madre per colpa loro è diventata la pecora nera della famigliaE parlando dei suoi ultimi momenti, trascorsi in un letto d'ospedale in Florida, ha aggiunto: "Mi ha raccontato tutto quello che aveva dovuto subire per colpa loro».
Lapidaria la dichiarazione di un portavoce di Stallone:
«Sfortunatamente, i personaggi famosi, i politici, gli atleti diventano molto spesso oggetto di ricatti da parte di membri della loro stessa famiglia o di persone a loro vicine, in grado di costruire un castello di accuse infondate pur di riuscire ad estorcere loro denaro».
Foto:SplashNews

>PIU' GOSSIP
>PIU' STAR

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

Da Vanity


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it