Bruce Willis contro il controllo delle armi

di Laura Scafati 

L'attore, in occasione della presentazione del suo nuovo film d'azione 'Die Hard', ha fatto sapere di non essere d'accordo con le nuove leggi sul controllo delle armi

Laura Scafati

Laura Scafati

ContributorLeggi tutti


Bruce Willis

Bruce Willis

Dopo i recenti episodi delle sparatorie nel Connecticut e nel Colorado, torna alla ribalta il delicato tema del controllo delle armi. A dire la sua è l'attore americano Bruce Willis, il quale, in occasione della presentazione del suo nuovo film d'azione, 'Die Hard', ha fatto sapere di non essere d'accordo con le nuove leggi che monitorano il possesso e l'uso delle armi e che violano i diritti del secondo emendamento.

Secondo Willis, infatti, nessuna legge potrà impedire che in futuro si ripetano episodi come le recenti stragi. «Sono un padre - ha affermato - e mi sento male per le famiglie colpite, ma non so come si potrebbe fermare una follia del genere». Da buon attore, l'ex marito della Moore ha preso le parti del cinema negando qualsiasi legame tra la violenza armata dei film e le sparatorie della vita reale. «Il cinema non ha nulla a che fare con tutto ciò. Nessuno commette un reato perché ha visto un film» ha aggiunto.

(FONTE LaPresse - FOTO GettyImages)

>> BRUCE WILLIS ALL'ATTACCO DI APPLE

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it