Raffaella Fico, renderò pubblico il test del Dna

di Laura Scafati 

L'ha dichiarato l'ex gieffina a Verissimo sabato pomeriggio

Laura Scafati

Laura Scafati

ContributorLeggi tutti


Raffaella Fico

Raffaella Fico

Sono passati tre mesi dalla nascita della piccola Pia, ma la questione relativa alla presunta paternità del calciatore Mario Balotelli rimane aperta.

Raffaella Fico non si arrende e, sabato pomeriggio, ospite a Verissimo, il programma tv condotto da Silvia Toffanin, ha dichiarato: «Anche se è stato Mario Balotelli a richiedermi la prova del DNA per riconoscere Pia come sua figlia, a tre mesi dalla nascita della bambina non mi ha ancora chiamato e neppure è venuto a vederla. Comunque - ha proseguito Raffaella - a questo punto mi vedo io costretta a fare il test del DNA e lo renderò pubblico».

Ma nonostante la battaglia tuttora in corso Raffaella non ha dubbi sulla possibilità di far vedere la piccola all'attaccante del Milan: «Mario lo sa che casa mia è sempre aperta per fargli vedere la bambina». Poi la conduttrice del programma ha spostato la chiacchierata sulla lettera che i genitori di Balotelli hanno fatto pubblicare sulla Gazzetta dello Sport chiedendo all'ex gieffina le sue reazioni in proposito. «Mi ha offesa e umiliata non solo come donna ma come mamma. Posso arrivare a comprendere i genitori, ma non condivido assolutamente quello che hanno scritto».

Su un possibile riavvicinamento, Raffaella Fico ha infine aggiunto: «Mario dovrebbe capire che la vera partita non è quella che si gioca in campo e che dura 90 minuti. La partita vera, dove si vede se un uomo è un uomo vero, è quella che vivi tutti i giorni».

(FONTE e FOTO LaPresse)

>> MARIO BALOTELLI E RAFFAELLA FICO STORY, TUTTE LE NOVITA'
>> RAFFAELLA FICO: "MARIO E' UN IRRESPONSABILE"

> PIU' GOSSIP
> PIU' STAR
E ANCORA: TUTTI I VIP DALLA A ALLA Z - ULTIMISSIME - TUTTI GLI ARGOMENTI DALLA A ALLA Z


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it