La lezione di Michael J. Fox: del Parkinson si può anche sorridere

di Elisabetta Lombardo 

Malato da oltre 20 anni, l'attore di  non si lascia abbattere dal progredire del morbo. Il segreto è non crearsi troppe aspettative e imparare a riderci su. Come quella volta che ha provato a mangiare i cereali e…

Elisabetta Lombardo

Elisabetta Lombardo

TranslatorScopri di piùLeggi tutti

Michael J. Fox ha scoperto ad appena 30 anni di avere il Parkinson. Con coraggio ha imparato ad affrontare questa grave malattia degenerativa che provoca continui e incontrollabili spasmi al corpo e ora, dopo 20 anni, al pietismo preferisce un po' di sana autoironia.
Malgrado tutto continua a giocare a golf, una sua grande passione, sulla quale si diverte a scherzare: "Quando mi dicono 'Ora stai ben fermo sulla palla' cosa dovrei rispondergli? 'Fottiti!'"
Ed è ironico anche quando rievoca piccoli e inevitabili incidenti domestici: "Una volta volevo mettermi i cereali nella tazza, ma non mi rendevo conto di cosa stesse per succedere. Un attimo dopo sparavo All-Brain per tutta la cucina!"
Certo la sua è una condizione invalidante, e l'eroe di Ritorno al futuro ammette qualche giornata più difficile dell'altra. Intervistato dal magazine AARP ha raccontato. "È come essere un giroscopio che non funziona. Posso essere instabile. Posso essere lentissimo. Mi può capitare di svegliarmi con i piedi che tremano, a quel punto so già che sarà una giornata difficile".
Nonostante ciò l'attore, che è anche padre di 4 figli - Sam, di 23 anni, i gemelli Aquinnah e Schuyler di 18 e la più piccola, Esmé, che ne ha 11, tutti avuti dalla moglie, la collega Tracy Pollan - sta per tornare in tv con una sitcom tutta sua.

Il segreto per andare avanti è un'attitudine positiva alla malattia, che lo ha reso capace di sentirsi libero di godersi la vita e fare cose diverse. "Qualche anno fa ho avuto questa illuminazione, che mi è piaciuta - ha spiegato - Ho capito che la mia felicità cresce proporzionalmente al mio accettare la cosa, ed aumenta in maniera inversamente proporzionale alle mie aspettative. È questa la chiave di tutto. Se riesco ad accettare il fatto che la malattia c'è, e non devo pensare a cosa aspettarmi, ma a quello che posso fare adesso, ecco che riesco a conquistarmi la libertà di fare molte più cose".

> PIU' GOSSIP
> PIU' STAR
E ANCORA: TUTTI I VIP DALLA A ALLA Z - ULTIMISSIME - TUTTI GLI ARGOMENTI DALLA A ALLA Z

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it