Caso Michael Jackson: Conrad Murray continua a dichiararsi innocente

di Elisabetta Lombardo 

Il medico accusato di aver causato la morte di Michael Jackson nel 2009 - reato per il quale sta scontando 4 anni di prigione - racconta in tv come quel giorni perse un amico. E spiega perché non testimonierà al processo voluto da Katerine Jackson

Elisabetta Lombardo

Elisabetta Lombardo

TranslatorScopri di piùLeggi tutti


Conrad Murray

Conrad Murray

Il dott. Conrad Murray, l'uomo che sta scontando 4 anni di prigione per omicidio colposo, continua a proclamare la sua innocenza sostenendo di non essere responsabile della morte di Michael Jackson. Il medico si ritiene il capro espiatorio nell'intricata vicenda che ha causato la morte del re del pop nel giugno del 2009 in seguito ad una dose eccessiva di Propofol, e continua ad esternare il proprio dolore per la perdita di colui che considerava un grande amico.

Lo ha ribadito nel corso di un'intervista telefonica durante il programma Anderson Cooper 360: "Sono un uomo innocente, Anderson. E continuo a professarmi tale. Sono addolorato che Michael non ci sia più. È stata una perdita tremenda per me, è un peso che mi porto dietro da quel giorno e che mi accompagnerà ancora per chissà quanto tempo. È una sofferenza immensa perché io e lui eravamo veramente vicini, eravamo grandi amici."

Il medico - cui è stata revocata nel frattempo la licenza - ha spiegato la ragione per la quale si è rifiutato di testimoniare nella causa voluta dalla madre di Michael, Katerine Jackson contro la AEG Live, per dimostrare la responsabilità della casa di produzione dello spettacolo 'This Is It' nell'aver assunto il dott. Murray perché si prendesse cura del figlio, portando alle conseguenze tragicamente note a tutti. "Il fatto è che se testimoniassi, non potrei che farlo con totale onestà. - è stata la sua spiegazione - Mi rattrista profondamente tutto quello che apprendo dalla televisione su questo caso, penso che se Michael fosse vivo ne sarebbe estremamente contrariato e irritato."

Nel corso della stessa intervista Murray a un certo punto ha avuto la bizzarra idea di intonare qualche strofa del brano di Nat King Cole The Little Boy That Santa Claus Forgot, sostenendo che il tema della canzone - un ragazzino a cui Babbo Natale dimentica di portare i regali - sia un po' la storia della sua vita. "È così che sono cresciuto, non c'era Natale per me, non c'erano giocattoli. Non avevo niente."

Il processo intanto è iniziato martedì scorso, il 2 aprile, a Los Angeles.
(FONTE Bang, FOTO GettyImages)
>> PRINCE TESTIMONE PER MICHAEL JACKSON
>> CASO MICHAEL JACKSON: LA FIGLIA PARIS TESTIMONIA IN AULA
>> CASO MICHAEL JACKSON: PRINCE MICHAEL AL BANCO DEI TESTIMONI

> PIU' GOSSIP
> PIU' STAR
E ANCORA: TUTTI I VIP DALLA A ALLA Z - ULTIMISSIME - TUTTI GLI ARGOMENTI DALLA A ALLA Z

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it