Jay Z difende in rime il suo viaggio a Cuba

di Elisabetta Lombardo 

Per festeggiare il 5° anniversario di matrimonio il rapper e la moglie Beyoncé hanno scelto l'isola di Fidel Castro, meta off limits per i turisti americani a causa dell'embargo. Ma Jay Z non ci sta alle critiche, e canta il suo sfogo nel brano Open Letter

Elisabetta Lombardo

Elisabetta Lombardo

TranslatorScopri di piùLeggi tutti


Jay Z e Beyoncé

Jay Z e Beyoncé

Shawn Carter e signora, ovvero Jay Z e Beyoncé Knowles, sono stati aspramente criticati per aver scelto Cuba come meta del viaggio per il loro quinto anniversario di nozze.
Sul paradiso dei Caraibi vige infatti un rigido embargo commerciale imposto dal governo, che vieta ai cittadini americani di recarsi sull'isola come turisti.
In perfetto stile rapper Jay Z ha scelto di affidare alle taglienti rime di una canzone il suo pensiero sull'argomento.

Il brano si intitola Open Letter (lettera aperta) ed è stato caricato sul suo blog Life + Times. Nelle rime Jay Z si vanta di aver 'scambiato L'Avana per Atlanta' e aggiunge 'I politici non hanno mai fatto str***ate secondo me, eccetto mentirmi, distorcere la storia'.
È stato in particolare il partito Repubblicano a chiedere addirittura un'indagine formale in merito alla legittimità del viaggio dei sig.ri Carter nel paese di Fidel Castro.

Gli unici motivi per cui un cittadino americano può mettere piede sul territorio cubano sono comprovate finalità giornalistiche o educative, che vanno dimostrate con una licenza. In ogni caso il ministero del tesoro americano ha confermato di aver approvato il viaggio, organizzato da una struttura che promuove programmi educativi a Cuba.

Ma le rime del rapper continuano nel suo sfogo: "Vogliono che paghi una multa e vada in galera. Perfetto, ma fatemi prima commettere un vero reato."
Nel testo Shawn si vanta anche del rapporto con l'attuale presidente degli Stati Uniti, che cita cantando: "Obama ha detto 'Da brivido che tu voglia farmi incriminare/Non hai bisogno di queste str***ate in ogni caso, rilassati con me sulla spiaggia'".
L'embargo su Cuba è una disposizione voluta dal governo negli anni '60, allo scopo di evitare che - spendendo soldi sull'isola - i cittadini americani andassero involontariamente a sovvenzionare il governo comunista di Fidel Castro.

> PIU' GOSSIP
> PIU' STAR
E ANCORA: TUTTI I VIP DALLA A ALLA Z - ULTIMISSIME - TUTTI GLI ARGOMENTI DALLA A ALLA Z

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it