Raffaella Bergé: da Centovetrine agli arresti domiciliari

di Martina Pennisi 

L'attrice della soap di Canale 5 è coinvolta in un'inchiesta legata all'attività di suo marito.

Martina Pennisi

Martina Pennisi

ContributorLeggi tutti

Guai giudiziari per Raffaella Bergé. La rossa attrice che in Centovetrine vestiva i panni di Marina Kröger è finita agli arresti domiciliari nell'ambito di un'inchiesta su appalti e riciclaggio.

La Bergé, che nella soap di Canale 5 era sposata con Ettore Ferri, avrebbe compiuto «operazioni atte a ostacolare l'identificazione della provenienza delittuosa» di un assegno circolare di 200mila euro. Soldi che avrebbe versato su un suo conto corrente e che avrebbe utilizzato «per esigenze personali». Così recita l'ordinanza di custodia firmata da gip Simonetta D'Alessandro.

Il marito dell'attrice, Mario Calcagni, si trova già in carcere nell'ambito dell'inchiesta sull'Axsoa, società che avrebbe rilasciato false attestazioni a diverse aziende per consentire loro di partecipare a gare di appalto senza avere i requisiti necessari richiesti.

> PIU' GOSSIP
> PIU' STAR


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it