Amy Winehouse, parla il fratello: So che cosa l'ha uccisa

di Lily Violet 

Alex Winehouse rilascia un'intervista in occasione della mostra-tributo alla cantante e racconta com'era la sorella in famiglia e che cosa la faceva davvero soffrire

Lily Violet

Lily Violet

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Alex Winehouse

Alex Winehouse

«Amy era affamata di normalità: la continua pressione dei media cui era sottoposta la faceva soffrire». Così racconta Alex Winehouse in un'intervista rilasciata al Guardian, facendo riferimento al disturbo alimentare, la bulimia, che ha a lungo afflitto l'icona pop.

Sono passati due anni da quando Amy Winehouse è morta e Alex oggi ne propone un ritratto inedito, dalla sua prospettiva fraterna.

L'occasione per l'incontro è la prossima apertura di una mostra- evento, intitolata Amy Winehouse: a family portrait, che si terrà a Londra durante l'estate.
Il tributo consiste nell'esposizione di oggetti familiari appartenuti alla cantante di Back to black: è lo stesso Alex a mostrare una vecchia uniforme scolastica, che la cantante aveva conservato di nascosto.

L'uomo racconta le qualità della sorella, ma anche i suoi lati oscuri, introducendo addirittura l'ipotesi che sia stato un disordine alimentare, che aveva tormentato per anni Amy, a danneggiarne l'organismo fino a condurla alla morte, anziché la più accreditata versione di eccesso di alcool e droghe.

Un ritratto di Amy a luci e ombre: l'obiettivo di Alex è presentare la sorella come una persona "normale", finalmente.
«Lei ha una sorella?», chiede all'intervistatore. «No? Altrimenti capirebbe cosa voglio dire».
Amy in famiglia era una ragazza complessa, che per il fratello poteva diventare perfino «fastidiosa, frustrante, una spina nel fianco», ma alcune qualità la rendevano speciale: «Generosa, altruista e, soprattutto, una persona leale...
Era leale come sorella, come figlia, come amica. Era probabilmente l'amica più leale che una persona possa avere».

Peccato fosse anche una personalità spinta al massimo, colpa anche di una celebrità che aveva raggiunto dimensioni tali da privare Amy di quella privacy cui tanto agognava, in un crescendo di sofferenza fino alla morte, il 23 luglio 2011.

Amy avrebbe compiuto 30 anni quest'estate, invece se ne celebra la memoria (nella mostra-evento di Londra).
(foto SplashNews)

PIU' GOSSIP
PIU' STAR
E ANCORA: TUTTI I VIP DALLA A ALLA ZULTIMISSIMETUTTI GLI ARGOMENTI DALLA A ALLA Z

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it