Prince Jackson: "Papà diceva che l'avrebbero ucciso"

di Maria Teresa Moschillo 

Drammatiche rivelazioni del figlio del compianto re del pop. Dal banco dei testimoni Prince Michael rivela: suo padre si sentiva minacciato da quelli dell'AEG

Maria Teresa Moschillo

Maria Teresa Moschillo

ContributorLeggi tutti


Prince Jackson - Foto Getty Images

Prince Jackson - Foto Getty Images

Sono ormai mesi che procede la battaglia legale della famiglia di Michael Jackson, decisa a dimostrare la responsabilità della AEG nella morte dell'artista, a quel tempo impegnato nella preparazione del This Is It tour.

Il figlio maggiore di Michael Jackson, Prince, è tornato in aula a testimoniare in nome della memoria di suo padre proprio in questi giorni in cui ricorre il quarto anniversario della scomparsa del re del pop.
Scioccanti le novità emerse dalle deposizioni,infatti il sedicenne ha dichiarato alla giuria di Los Angeles di aver assistito a una burrascosa telefonata tra suo padre e il direttore esecutivo della AEG Live, Randy Phillips: «Dopo aver lasciato il telefono voleva piangere.
Diceva "Mi uccideranno, loro mi uccideranno».

Pare che Michael Jackson avesse detto a Phillips di aver bisogno di più tempo per provare le sue performance e di essere scontento della pressione con cui dovevano susseguirsi i cinquanta concerti di This Is It.
Prince ha poi sostenuto di aver visto Randy Phillips discutere animatamente nella tenuta di famiglia con il dottor Conrad Murray (condannato per omicidio colposo) nei giorni precedenti alla morte di suo padre e di aver visto il rappresentante della AEG afferrare il medico per il braccio.

La testimonianza di Prince Jackson è cominciata con un susseguirsi di video e foto di famiglia per la durata complessiva di circa 15 minuti.
Prince ha descritto in modo commovente i ricordi vividi del giorno in cui suo padre è stato trovato morto: avrebbe sentito urlare dal piano di sopra per poi vedere Jackson riverso per metà dal letto e gli occhi volti all'indietro con al suo fianco il dottor Murray che tentava di rianimarlo tra le urla della sorella Paris.

La testimonianza del ragazzo (che avrebbe dovuto essere accompagnato proprio dalla sorella, a cui è stata risparmiata la deposizione, visti suoi ultimi difficili trascorsi) ha anche incluso dettagli circa i rapporti tra Murray e suo padre: le visite mediche si tenevano a porte rigorosamente chiuse (era comunque consuetudine che nessuno avesse accesso alla camera da letto della popstar) e che spesso Prince riceveva dal padre banconote da 100 dollari da consegnare a Murray perchè "non veniva pagato abbastanza".

Prince, all'epoca dei fatti solo dodicenne, era convinto che il medico non facesse altro che far stare bene suo padre, molto provato dalle fatiche della preparazione del tour.
Durante la deposizione è stata proiettata una vecchia foto in cui Michael Jackson e un piccolissimo Prince sedevano al piano.

L'avvocato Brian Panish ha chiesto a Prince se sia interessato a intraprendere una carriera musicale.
«Non ho mai suonato uno strumento né so cantare -ha detto il ragazzo, minimamente scomposto nonostante i toccanti ricordi riemersi -voglio studiare cinema o economia una volta al college».

(Foto Getty)

>> MICHAEL JACKSON: THIS IS IT GLI SERVIVA PER FARE CASSA
>> MICHAEL JACKSON, NUOVA ACCUSA DI MOLESTIE SESSUALI

> PIU' GOSSIP
>
PIU' STAR
E ANCORA:
TUTTI I VIP DALLA A ALLA Z- ULTIMISSIME - TUTTI GLI ARGOMENTI DALLA A ALLA Z

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

Da Vanity


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it