Cory Monteith, il momento del cordoglio e del silenzio

di Elisabetta Lombardo 

Tra qualche giorno i primi risultati dell'autopsia del giovane attore. Nel frattempo i fan trasformano in santuario l'hotel in cui il protagonista di 'Glee' ha vissuto le sue ultime ore, mentre parenti e amici si stringono attorno alla fidanzata Lea Michele

Elisabetta Lombardo

Elisabetta Lombardo

TranslatorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

È iniziata ieri l'autopsia che stabilirà le cause della morte di Cory Monteith.
Grande attesa per i risultati, ma sia le forze dell'ordine che il medico legale tengono le bocche cucite per il momento.
La pressione dei media è grande, vista la notorietà del'attore, ma i primi risultati non sono attesi prima di giovedì.

Nel frattempo la famiglia dello sfortunato attore canadese, morto ad appena 31 anni, si è riunita a Vancouver, in quella che è probabilmente una delle più tristi occasioni di riunione familiare.
La madre di Cory, Ann McGregor, vive nella vicina Victoria, mentre il padre Joe è volato a Vancouver dal New Brunswick.

Fuori dal Fairmont Pacific Rim Hotel in tanti hanno lasciato fiori e bigliettini per esprimere il loro cordoglio. Fra loro anche il cugino di Cory, Richard Monteith, che ha poi voluto rilasciare alcune dichiarazioni alla stampa: "Qualsiasi siano i risultati dell'autopsia, vi prego di non giudicare Cory per le sue debolezze. La sua vita è stata piena di cose meravigliose, di fallimenti ma anche di successi. Quello che conta non erano i suoi problemi, ma le vite che ha cambiato, la sua generosità. Anche dopo il successo, è rimasto lo stesso, solo più pieno di vita."

Le autorità sono concordi nel dichiarare che qualsiasi informazione verrà fornita alla famiglia prima che a chiunque altro.
Dalle poche indiscrezioni emerse, pare che nella camera in cui il protagonista di 'Glee' è stato ritrovato privo di vita non siano state trovate sostanze stupefacenti.
Grande resta comunque l'attesa per gli esiti degli esami tossicologici, visti i problemi di droga e alcool che hanno caratterizzato l'adolescenza di Monteith e il suo recente ricovero in rehab lo scorso aprile.

Nel frattempo, parenti e amici si stringono attorno a Lea Michele per non lasciarla mai sola.
La fidanzata di Cory è inconsolabile, non ha ancora trovato la forza di rilasciare dichiarazioni. Un suo portavoce avrebbe detto a People: "Stiamo chiedendo a tutti di rispettare la sua privacy in questo momento così doloroso".
Secondo HollywoodLife.com, si sta aggrappando a qualsiasi cosa possa farle ancora sentire la vicinanza del suo compagno, anche alla voce registrata della sua segreteria telefonica.

Tempo fa aveva descritto così a Marie Claire la loro storia d'amore: "Mi conosce meglio di chiunque, sa quello che mi preoccupa. Con lui è come se sentissi di avere una rete di sicurezza che mi dà il coraggio di saltare sempre più in alto. Mi fa sentire in grado di compiere qualsiasi impresa. Per la prima volta nella mia vita, mi sento appagata, sistemata, veramente felice."

Una felicità che purtroppo ha avuto vita breve.
(Foto Getty Images)

>> CORY MONTEITH DI GLEE TROVATO MORTO NELLA SUA CAMERA D'ALBERGO

> PIU' GOSSIP
> PIU' STAR
E ANCORA: TUTTI I VIP DALLA A ALLA Z -ULTIMISSIME - TUTTI GLI ARGOMENTI DALLA A ALLA Z

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it