Sanremo 2011: la serata inaugurale in poche parole chiave

16 febbraio 2011 
PHOTO LAPRESSE

Antonella Clerici apre in stile raccontastorie; per Oxa e Tatangelo, eliminate al primo turno, la favola potrebbe essere già finita.
Ecco la serata inaugurale del Festival della canzone italiana in pochi punti:

1. LA FAVOLA DI ANTONELLA
Antonella Clerici, sul palco con la figlia, le riassume, a luci spente, la sua favola all'Ariston, parallela in tutto e per tutto a quella della sua nascita, per poi consegnare moralmente il festival al nuovo conduttore in un walzer tra colleghi (o tra principe e principessa?).

2. OGNI PERSONAGGIO, UNA SIGLA
Lo show parte subito in musica. A partire da Giusy Ferreri si esibiscono tutti i cantanti in gara, sempre presentati da un'intro sonora, pop o rock, ma sempre arci nota e in linea con la loro personalità (quasi una contro-playlist del Festival).

3. LUCA & PAOLO
Sono la gasolina di questa edizione, il collante ironico tra i vari membri di quella che Gianni Morandi chiama, sicuramente pensando al calcetto, la sua squadra. Ironizzano sulla propria partecipazione, non fanno che chiedere delle co-conduttrici (anzi, delle "artiste"), si esercitano sulla cronaca e sui classici del repertorio morandiano riuscendo a fare le "jene" con entrambi, riescono perfino a prendere in giro i fiori di Sanremo (da sempre intoccabili quanto la Regina d'Inghilterra).

4. ELISABETTA & BELEN
Sovraesposte da settimane, sentono più di tutti la pressione del festival. E si vede. Sono bellissime nei loro abiti couture Versace e Ferretti. Devono sciogliersi (o perfezionarsi?) quando dalle parole si passa ai fatti ed è ora di ballare: una si cimenta in un tango (legnoso) con uno dei ballerini argentini più famosi al mondo, l'altra si produce in un twist di tarantiniana memoria. Poi, sapendo di aver "giocato facile" sulla sfida del ballo, si misura anche con la recitazione e con una poesia umoristica (Quando ero una bambina sognavo di fare Sanrenmo con Mina [...] come succede da grandi, al festival ci si va anche con Morandi).

5. ANNA & ANNA: LA FAVOLA DURA UNA SERA?
Le prime eliminate sono due donne, per di più omonime: Anna Oxa e Anna Tatangelo. Differenti per generazione e mood musicale, sono accomunate, oltre che dal nome e dal genere, dal fatto che la Tatangelo ha adottato per l'Ariston un look ispirato agli anni punk della Oxa e il fatto di aver usato "parole forti" nelle loro canzoni.
Una canta Bastardo, l'altra il verso "Un saluto sincero agli amici perplessi/ed un gesto col dito/ a chi gufa o ci porge sbadigli". Il pubblico non sembra aver gradito

6. LA PRIMA CANZONE DEL FESTIVAL
A sorpresa non è tra quelle in gara, e nemmeno tra quelle usate come intro per conduttori, gareggianti e ospiti. La prima canzone a comparire nel 61esimo festival di Sanremo è A te di Jovanotti, citata da Antonella Clerici come dedica d'amore alla figlia Maelle.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).