Seconda serata a Sanremo: promossi e bocciati

17 febbraio 2011 
<p>Seconda serata a Sanremo: promossi e bocciati</p>
PHOTO LAPRESSE

La seconda puntata, si sa, è quella più difficile: bisogna confermare quanto di buono fatto al debutto e correggere in corsa le imperfezioni. Ieri, gli errori della conduzione sono stati davvero tanti ma, come chiede Morandi a gran voce, la squadra è rimasta unita e ha superato anche questa prova.
>> GUARDA TUTTE LE FOTO E DAI I TUOI VOTI ALLO SHOW!

Luca e Paolo hanno definitivamente ingranato una marcia alta, l'ombelico di Giusy Ferreri era ancora lì dove l'avevamo lasciato e il look discutibile di Max Pezzali anche. E che dire del delizioso cravattino di Andy Garcia e delle lezioni di inglese di Elisabetta Canalis?

Un applauso alla solidarietà femminile: fra tempi sbagliati e avvicendamenti inattesi sul palco, il quintetto di timonieri ha fatto una gran confusione. E' stato carino però vedere come Elisabetta Canalis e Belen Rodriguez si spalleggiassero per evitare di sbagliare. Soprattutto miss Clooney è apparsa molto premurosa nei confronti dell'emozionatissima signora Corona. Altro che rivalità.

Una tirata d'orecchie a Patty Pravo: la canzone è davvero bella, ma l'intonazione non perfetta della Strambelli (Nicoletta Strambelli è il nome vero di Patty Pravo) l'ha condannata all'eliminazione.
Peccato, il brano avrebbe meritato di più.

Una pacca sulla spalla a Gianni Morandi. Una cosa al Gianni nazionale gliela si deve: pronuncia perfettamente l'ostico cognome di Paolo 'Kessisoglu' e lo fa orgogliosamente a gran voce in svariati momenti della serata. Un aspetto marginale? Mica tanto, avendo chiamato Eliza Doolittle 'Elisa', Morandi ha di che vantarsi della facilità con cui si rivolge alla Iena Paolo.

Una stretta di mano a Emma e ai Modà : avevano convito con la prima esibizione, svettano già su iTunes, e ieri hanno fatto addirittura meglio. Sciolti, armoniosi e coraggiosi. Hanno già vinto?

Una carezza a Andy Garcia: sempre affascinante, ha dato a Gianni Morandi una risposta da manuale. Al conduttore che chiedeva se in tanti anni di matrimonio l'attore non avesse ceduto alla tentazione di tradire la moglie, Andy ha risposto: "Guardo, ma non tocco". Mi piace pensare che sia vero… sarà per il delizioso cravattino a pois.

Schiaffo, bonario s'intende, alla giovane Gabriella Ferrone: ha sbagliato mise e atteggiamento. Il brano era debole, ma il suo modo di porsi ancor di più. Va bene osare, ma Sanremo è sempre Sanremo. Le vittorie delle allora giovani Laura Pausini e Anna Tatangelo insegnano.

Questi sono i miei riconoscimenti, voi cosa ne pensate?

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).