Lady Gaga raccoglie fondi per il Giappone

12 marzo 2011 
<p>Lady Gaga raccoglie fondi per il Giappone</p>

La tragedia che ha colpito il Giappone non ha potuto non toccare anche le celeb. Come David Beckham che, sensibile ai temi sociali (è ambasciatore per Unicef), secondo ESPN, si sarebbe dichiarato subito pronto ad aiutare una raccolta di fondi in favore del paese come fece nel 2004 per il maremoto partito dall'Oceano Indiano: «Questa catastrofe ha colpito così tante famiglie, offrirò il mio supporto in qualsiasi modo». Lady Gaga il suo modo l'ha subito trovato e dall'account Twitter ha lanciato una raccolta personale, mettendo in vendita per beneficenza nell'official store USA un braccialetto We pray for Japan (prezzo di partenza 5 dollari ma ognuno può incrementare la propria offerta di quanto vuole).
La mother monster di I was born this way, ha poi invitato i suoi fan ad aderire al progetto charity: «Tutti i proventi andranno a per gli aiuti umanitari al Giappone, scatenatevi miei piccoli mostri!».
Petra Nemcova, che dopo essere sopravvissuta allo tsunami del 2004 in Thailandia ha creato una fondazione dedicata proprio alla ricostruzione delle zone disastrate (Happy Hearts Fund), dalle quinte di Ballando con le stelle Usa, ha assicurato che, come sempre, sarà in prima linea: «Il mio pensiero va a tutti i giapponesi e a nome del team di HHF, dico che oggi vi stiamo pensando e quando si avvierà il processo di ricostruzione non mancheremo».
Non si contano gli status vip di Twitter dedicati al Giappone.
Qui, quasi a sorpresa, le reginette del gossip (e del superfluo), Paris Hilton e Kim Kardashian sono state tra le prime in assoluto a dedicare un pensiero al Sol Levante: «Le immagini che compaiono nei tg spezzano il cuore. Sono con voi, il Signore sia con voi ha scritto l'ereditiera, «Ho appena saputo del terremoto e dello tsunami, prego per te, Giappone».
Sotto choc anche Mel B, che dal suo tour promozionale in Malesia ha twittato: «I miei pensieri, le mie preghiere, sono per i giapponesi". Ai loro messaggi si sono aggiunti anche quelli di Lindsay Lohan e della madre Dina, che ha svegliato la figlia per dirle cosa aveva appena sentito al tg del mattino, e poi Tori Spelling e Alyssa Milano, Emma Bunton e Katy Perry («Non dimenticate di fare una donazione attraverso la Croce Rossa, www.mercycorps.org/donate/japan, www.globalgiving.org, www.internationalmedicalcorps.org..»), la stylist Rachel Zoe… Ci sono anche i rapper, come Chris Brown ma soprattutto 50 Cent che, spontaneo (e assolutamente politically uncorrect) come pochi, ha espresso prima orrore e panico per quello che stava vedendo («Odio ammetterlo ma sembra che la fine del mondo sia iniziata: guardate il Giappone, dite alle persone che vi stanno a cuore che le amate…»), per poi passare all'umorismo fuori tempo e fuori luogo («La West Coast teme lo tsunami, le Hawaii sono sotto osservazione anche loro. Io me ne torno a New York. E' pazzesco: non posso nuotare»).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).