I nostri voti ai pesci d'aprile 2011

01 aprile 2011 
<p>I nostri voti ai pesci d'aprile 2011</p>

Edizione straordinaria! Eccezionalmente, essendo il primo di aprile, la nostre pagelle - trazionalmente dedicate ai programmi tv - salgono in cattedra e si prendono gioco dei burloni della giornata. E, questo, non è uno scherzo.

Un applauso a scena aperta a The Independent: lo burla dell'anno è senza dubbio quella del quotidiano britannico, essendo stato toccato argomento delicato. Anzi, delicatissimo. Il portale ha annunciato senza mezzi termini ai tifosi portoghesi un clamoroso passaggio di Cristiano Ronaldo, famoso in Inghilterra per aver militato nella fila del Manchester United, alla nazionale spagnola per rimpinguare le casse della sua nazione. Roba da farsi venire un infarto. E da proporre a qualcuno dei nostri azzurri non troppo performanti.

Un tranquillante ai tifosi romanisti: su certe cose, come questa, è invece pericoloso scherzare. Circola da stamattina una dichiarazione del nuovo allenatore della Roma Louis Van Gaal secondo la quale la fascia di capitano sarà tolta del braccio di Francesco Totti e assegnata a John Arne Riise. E il calvario per i tifosi capitolini non è finito qui. Dagospia ha annunciato che l'accordo con il neo patron Thomas DiBenedetto è saltato e la società sta per finire nelle mani del fondo libico Lafico. Fondo di proprietà di Gheddafi e, soprattutto, a forti tinte bianconere. Esistono due incubi peggiori, eccetto la cancellazione di Falcao dalla storia del calcio?

Invidia pura nei confronti del Gorilla di The Sun: c'è chi ha fatto ore e ore (e ore) di coda per aggiudicarsene uno e lui, il Gorilla fotografato da The Sun, l'ha ottenuto senza doverlo neanche chiedere. L'articolo della testata britannica (che burloni 'sti inglesi) faceva riferimento a un esperimento scientifico e ritraeva il simpatico animale con in mano un iPad 2. E' possibile candidarsi per una prova simile?

Una pacca sulla spalla a Google: il colosso californiano ha sempre portato avanti il motto don't be evil e oggi ha mostrato il suo lato funny. E lo ha fatto spaziando dal servizio Gmail Motion per scrivere messaggi di posta elettronica con tutto il corpo, all'improbabile classifica di YouTube dei cinque video più gettonati nel 1911.

Una stretta di mano a LinkedIn: anche loro sono andati a toccare un nervo scoperto. L'egocentrismo la fa da padrone sui social network e la rete professionale per eccellenza ha solleticato le manie di grandezza dei suoi iscritti. Fra le contatti da aggiungere figuravano oggi personaggi del calibro di Robin Hood e Albert Einstein, tutti con tanto di curriculum e riferimenti professionali.

Un abbraccio collettivo a tutti i media: sarà l'esperienza, sarà l'astuzia, sarà che oggi prima di scrivere qualcosa chiunque ha contato fino a cento, ma di pesci raccolti da giornali, tv e agenzie e riproposti come notizie veritiere non se ne sono praticamente visti. Attenzione però, come da tradizione le notizie false fioccheranno anche nei prossimi giorni e quando l'attenzione cala e la burla si insidia. In bocca al lupo a tutti.

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).