Darren Aronofsky presidente della giuria a Venezia

27 aprile 2011 
<p>Darren Aronofsky presidente della giuria a Venezia</p>

Mentre si fa il conto alla rovescia per il Festival di Cannes (dall'11 al 22 maggio), iniziano già a circolare nomi per quello di Venezia. Uno in particolare: Darren Aronofsky. Sarà lui, regista del Cigno nero con Natalie Portman e Mila Kunis,  a presiedere la giuria della 68ma Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia (31 agosto-10 settembre).

Proprio Venezia, l'anno scorso, era stata la prima vetrina ufficiale di Black Swan, e sempre qui, l'anno precedente, Aronofsky era stato premiato per la miglior regia, per The wrestler (con Mickey Rourke). Prima della consacrazione con i film su wrestling e danza, si era fatto notare per Requiem for a dream (2000) e Il teorema del delirio (1998).

Cigno nero è stato soprattutto il film della consacrazione definitiva di Natalie Portman, che con il ruolo di Nina, ballerina classica assalita da conflitti artistici e crisi d'identità, ha vinto un Oscar (oltre che uno Spirit Award, un Golden Globe, uno Screen Actors Guild Award e un Bafta). E quando la sua body double, la danzatrice professionista Sarah Lane, ha messo in dubbio il coinvolgimento dell'attrice nelle scene di danza, Aronofsky si è schierato con la sua protagonista, difendendola a spada tratta e addirittura facendo "smontare" il suo film scena per scena, per dimostrare il talento della Portman.

Al momento, Aronovsky starebbe iniziando a lavorare su un nuovo progetto, il film di fantascienza Machine Man, ma non c'è ancora un cast definitivo.
Intanto, vedremo chi colpirà la sua fantasia pulp-melodrammatica al prossimo Festival di Venezia.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).