Il mito di Lady D sbarca a Cannes

10 maggio 2011 
<p>Il mito di Lady D sbarca a Cannes</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

«Un antidoto al nuovo Royal Wedding»: è così che il regista Keith Allen (padre della popstar Lily) ha definito il suo film-documentario, Unlawful Killing, che sarà presentato a Cannes venerdì 13 maggio.

L'indagine cinematografica, che si inserisce nella lista dei film fuori concorso, ricostruisce la morte di Lady Diana e di Dodi Al Fayed sostenendo la tesi del complotto. Una delle parti più importanti del film, infatti, è l'intervista al padre di Dodi, Mohammed Al Fayed, che ha sempre sostenuto che si sia trattato di una vera e propria cospirazione.

Secondo l'inchiesta ufficiale, lo schianto nel tunnel parigino dell'Alma, che nel 1997 ha sconvolto tutto il mondo, è stato provocato dallo stato di ebbrezza dell'autista di Lady Diana e dal comportamento insistente dei paparazzi, ma Mohammed Al Fayed non si è mai accontato di questa spiegazione.

Il documentario, inoltre, è destinato a far discutere anche per un altro motivo: tra le immagini di repertorio proposte, infatti, ci sarà anche la foto-shock (mai diffusa in Gran Bretagna) di Diana agonizzante.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).