Jasmine, Hafsia e le altre: memorie da una casa chiusa

16 maggio 2011 
<p style="margin-bottom: 0cm; text-align: justify">Jasmine, Hafsia
e le altre: memorie da una casa chiusa</p>

Di nuovo storie pruriginose a Cannes, con la proiezione di L'Apollonide - Souvenirs de la maison close, ambientato in un bordello della Parigi Belle Epoque. Il punto di vista? Secondo la descrizione del regista all'incontro con la stampa: «Donne che guardano gli uomini che le guardano»

Bellissime fanciulle, atmosfera curata e sontuosa («Volevo evitare gente rumorosa e atmosfere che ricordassero cliché sul Moulin rouge»), costumi quasi teatrali, luci che variano a seconda dei tre piani della casa e che accarezzano le protagoniste, la cui scelta il regista descrive così:

«Cercavo un gruppo di attrici che dessero un'immagine contemporanea ma al contempo compatibile con una storia di inizio secolo. Poi volevo che ciascuna arrivasse da un diverso background. Per prima ho scelto Céline Sallette, che viene da una formazione classica, poi Alice Barnole che recita per la prima volta, Hafsia Herzi, che ha ancora altra un'altra storia e infine Jasmine Trinca, che era il tassello mancante». E per fare entrare ciascuna nel personaggio, come compito Bonello aveva dato loro dei cd da ascoltare una volta al giorno, per entrare nel mood giusto.

In sala le protagoniste si scherniscono: tra una Hafsia Herzi (la protagonsta di Cous Cous, per cui ha vinto un premio a Venezia, e in gara anche con The source), che dice di non sentirsi una diva («C'è tempo per quello. Per ora mi interessa che il film piaccia»), c'è una giovane Adèle Haenel, che interpreta una delle tante ragazze della casa (così tante ch enon tutte hanno trovato posto nella tavola degli attori), che dalla prima fila, dice: «Che imbarazzo, sembra di essere a scuola a parlare così». Che sia finto basso profilo alla francese o vera modestia, è rinfrescante un po' di aggraziato understatement in mezzo a tanto glamour.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).