Tony Awards, trionfano i mormoni

13 giugno 2011 
PHOTO GETTY IMAGES

Lo avevano soprannominato «il musical preferito da Dio», ma, a quanto pare, anche sulla terra The Book of Mormon ha trovato non pochi ammiratori. Il musical nato dall'irriverente penna di Trey Parker e Matt Stone, i creatori di South Park, ha infatti vinto ben nove Tony Awards.

La cerimonia di consegna dei celebri premi per il teatro, svoltasi domenica sera al Beacon Theatre di New York, ha visto letteralmente trionfare la storia di Parker e Stone: i missionari mormoni inviati in Uganda per diffondere la loro dottrina hanno ottenuto alcuni dei riconoscimenti più ambiti, tra cui miglior musical, miglior sceneggiatura e migliore composizione musicale.

Sono state confermate, dunque, le previsioni che vedevano The Book of Mormon come il favorito di quest'anno (era partito con 14 nominations). Ma ai Tony Awards le sorprese non mancano mai. Ad aggiudicarsi il premio per il miglior revival drammatico, battendo il Mercante di Venezia di Al Pacino, è stato The Normal Heart, uno spettacolo fin'ora relegato off-Broadway che racconta la piaga dell'Aids a New York negli anni Ottanta.

Tra gli altri vincitori vanno citati lo spettacolo inglese War Horse, che si è portato a casa quattro Tony (tra cui quello per il miglior lavoro teatrale), eAnything Goes, che si è aggiudicato il premio per il miglior revival di musical. Il Tony per il miglior attore è andato a Mark Rylance per Jerusalem, mentre Frances McDormand (per Good People) ha ottenuto il premio per la migliore attrice.

Niente riconoscimenti per Al Pacino e il Mercante di Venezia, nè per How to Succeed in Business Without Really Trying, in cui recita anche Daniel Radcliffe. L'attore, meglio noto con il nome di Harry Potter, si è però consolato con il caloroso applauso ottenuto dalla platea del Beacon Theatre dopo la sua esibizione dal vivo.
>> GALLERY: TONY AWARDS DI STELLE (HOLLYWOODIANE)

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).