Rhys Meyers in ospedale.
Forse ha tentato il suicidio

01 luglio 2011 
<p>Rhys Meyers in ospedale.<br />
 Forse ha tentato il suicidio</p>
PHOTO AP/LAPRESSE

Jonathan Rhys Meyers sembrerebbe aver tentato il suicidio. Nessuna fonte lo conferma, ma le circostanze in cui si è consumata la vicenda che lo ha coinvolto sembrano parlare da sole.

Secondo quanto riporta il tabloid People, nella notte di martedì 28 giugno il protagonista della serie The Tudors e del film di Woody Allen Match Point è stato portato d'urgenza in un ospedale di Londra per aver inghiottito delle pillole rischiando un'overdose.

L'attore è stato trovato dai medici accasciato sul pavimento della sua casa, convinto di rifiutare i soccorsi. Si è reso dunque necessario l'intervento della polizia per trasportarlo in ambulanza all'ospedale.

Rhys Meyers, 33 anni, combatte da mesi contro la dipendenza dall'alcool e fino a dieci giorni fa era in una clinica di disintossicazione. Anche a causa di queste circostanze si è portati a pensare che il gesto dell'attore potrebbe essere un reale tentativo di porre fine alla propria vita.

E, se così fosse, Rhys Meyers avrebbe scelto una data davvero particolare per tentare il suicidio: il 28 giugno, infatti, è il compleanno di Enrico VIII, il sovrano interpretato dall'attore in The Tudors.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
coco nachel 65 mesi fa

mi dispiace davvero, povero ragazzo, un classico esempio di bellezza e ricchezza che non fanno la felicità..

zisa5 65 mesi fa

nooooo anche lui!!!è uno dei miei attori preferiti...comunque è proprio vero i soldi e la fama non fanno la felicità...

chiaretta28 65 mesi fa

Non ci posso credere, dopo Heath Ledger vorrei che nessun altro attore così grandioso tentasse qualcosa del genere..John è, oltre che bellissimo, un bravissimo attore...

Se solo capissero che sono giovani ricchie e hanno tutto Ma la depressione è una brutta bestia In bocca al lupo a questo bellissimo ragazzo

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).