Paolo Bonolis, stanco della tv 'trita e ritrita', ricomincia dai piccoli

12 luglio 2011 
<p>Paolo Bonolis, stanco della tv 'trita e ritrita', ricomincia dai
piccoli</p>
PHOTO SGP ITALIA

«Bim Bum Bam, era unico, era un programma cattivo: schiacciavamo addirittura i puffi! (Io non li sopportavo)». Nel suo intervento al Giffoni Film Festival il conduttore e autore tv ripercorre il passato e non risparmia il presente.
«La tv ha smesso di rinnovarsi, non ci sono più 'palinsesti a favore dei 'pal-insisti: si ripete ciò che si è già fatto» e ancora, nel caso non fosse chiaro, «La tv di un tempo era pionieristica, oggi è solo coloniale non si cercano più nuove terre, si tende a coltivare quelle che si conoscono». Insomma, niente di nuovo, tutto molto certo, sicuro. «Perché è più conveniente».

E i bambini? Cosa ne pensa Bonolis che dalla tv dei ragazzi è partito per arrivare anche a condurre Sanremo (due volte)?
«Oggi per loro ci sono solo cartoni animati... I bambini non hanno punti di riferimento reali».

Per i suoi prossimi progetti il veterano del piccolo schermo è partito da quello che non gli piace e dalla constatazione che ai più piccoli è offerto ancora poco.
«Cercherò lo stupore con il nuovo preserale (ndr, previsto per settembre). E farò un programma che piaccia anche ai bambini».

Queste sono le premesse; poi, certo, bisogna trovare chi le realizza. E se non è pioniere...

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).