La Hunziker licenzia il bodyguard: ha un tatuaggio neonazista

15 luglio 2011 
<p>La Hunziker licenzia il bodyguard: ha un tatuaggio
neonazista</p>
PHOTO SPLASH NEWS

Qualcuno stava già sognando una storia d'amore alla Guardia del corpo e invece l'idillio (se idillio c'era) è già finito. Michelle Hunziker ha licenziato Federico, il fidato bodyguard che pochi giorni fa nuotava allegramente con lei nel mare di Varigotti.

Il motivo? Federico ha un tatuaggio di stampo neonazista sul braccio destro. Ad accorgersene è stato un lettore del quotidiano tedesco Bild: guardando le fotografie della Hunziker in acqua insieme alla sua guardia del corpo pubblicate sul giornale, ha notato sul braccio di Federico un pugno bianco tatuato.

Questo pugno (che simboleggia il «White Power», «Potere Bianco») è un chiaro riconoscimento dell'estrema destra razzista, mentre la parola tatuata più in basso, «Intolleranza», è il nome di una band neonazista italiana.

Appresa la notizia, Michelle Hunziker ha immediatamente deciso di concludere il rapporto di lavoro con la guardia del corpo: «Io e la mia famiglia siamo sotto choc - ha detto la soubrette -. Federico lavora con me da due anni, è un giovane simpatico che non farebbe del male a una mosca ed è sempre disponibile per tutti».

«Fino a poche settimane fa avevo visto Federico solo in pantaloni lunghi e camicia, non sapevo nemmeno che avesse tutti quei tatuaggi. E poi non li ho guardati così attentamente - ha continuato Michelle -. In queste circostanze però non posso e non voglio lavorare con lui».

Prima di licenziarlo la Hunziker avrebbe chiesto dei chiarimenti a Federico: «Mi ha confessato di aver avuto in passato qualcosa a che fare con gli ambienti di destra. Risale a tempo fa e oggi è davvero dispiaciuto».

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

brava a fatto benissimo ! doveva pensarci prima ! brava MICHELLE!!!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).