Matt Damon: «Brad Pitt e Angelina Jolie vivono come prigionieri»

20 luglio 2011 
<p>Matt Damon: «Brad Pitt e Angelina Jolie vivono come
prigionieri»</p>
PHOTO SPLASH NEWS

Essere famosi non è sempre facile. Quando si pensa alla vita dei personaggi noti spesso ci si sofferma a invidiarne i soldi, i vestiti e le ville lussuose, senza ricordarsi, però, di tutti gli aspetti negativi della fama.

Un esempio? A volte chi è molto famoso è costretto a vivere «come un prigioniero». Ad affermarlo è stato Matt Damon: nei giorni scorsi l'attore ha rilasciato un'intervista a una tv tedesca in cui ha raccontato di avere amici che vivono, appunto, come se fossero prigionieri.

In primis, ha detto Damon, succede a Brad Pitt e Angelina Jolie, che «non possono andare da nessuna parte. Se escono per una passeggiata rischia di diventare un incidente internazionale».

«Io mi ritengo fortunato - ha continuato l'attore premio Oscar - perché sono riuscito a prendere il meglio dei due mondi: faccio il lavoro che amo ma non ho bisogno di guardie del corpo pronte a proteggermi quando esco dalla porta di casa».

Intanto, continuano a rincorrersi le voci di un imminente matrimonio dei Brangelina: l'ultima indiscrezione è stata diffusa dal settimanale Gala, che questa settimana riporta le dichiarazioni di un amico della coppia. Secondo la fonte del giornale francese, Brad e Angelina si sposerebbero a settembre nella loro villa nel Sud della Francia, convinti a compiere il grande passo dai loro figli.

La notizia, però, va presa con le pinze: negli ultimi mesi, infatti, le voci sulle nozze della coppia sono sempre state alternate da smentite. Chissà se i Brangelina arriveranno mai all'altare?

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
paola 65 mesi fa

Ci credo,prigionieri del successo ma soprattutto della paura rapimento figli

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).