Morte di Amy Winehouse: le reazioni di amici e colleghi

23 luglio 2011 
<p>Morte di Amy Winehouse: le reazioni di amici e colleghi</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

"Non riesco nemmeno più a respirare da quanto sto piangendo. Ti amerò per sempre, amerò per sempre la vera te". Kelly Osbourne si sfoga su Twitter a pochi minuti dalla morte, poi scrive "Ho perso una delle mie più care amiche. Scusatemi ma mi staccherò dal network per un po'".

"Ditemi che la notizia della morte di Amy Winehouse è solo un fottuto scherzo" digita una incredula Nicky Minaj.
Da Jessica Alba (era magica) a Demi Moore, da Rihanna a Joel Madden, il messaggio è di cordoglio e di affetto per chi ha subito la perdita.
Ricky Martin: "L'ho appena saputo. Provo dolore; provo rabbia. Riposa, bellissima ragazza, riposa. Ora sei libera"

Dita Von Teese: "Sono devastata. Una sera ha cantato per me per ore: era qualcosa di bellissimo e commovente, toccante. E' una grande perdita". E ancora, poco dopo, "Era la cosa più vicina a Billie Holiday che noi avessimo, un talento così pieno di soul. Spero che ora abbia trovato la pace".

Anche Stefano Gabbana, il cui marchio ha in passato vestito la star in diverse occasioni, comunica la propria tristezza via Twitter. Cita anche la collega cantante Paloma Faith, che ha saputo della morte di Amy Winehouse di ritorno dalla propria festa di compleanno: "Sono così dispiaciuta per lei e per la sua famiglia. Che tragedia... incredibile".

E di incredibile e tragico c'è anche il rumor per cui, mentre il mondo si stringe attorno al ricordo della voce indimenticabile di Back to black, suo padre, in volo per gli States, potrebbe ancora essere all'oscuro di tutto.

>> AMY WINEHOUSE: LUCI E OMBRE
>> AMY WINEHOUSE TROVATA MORTA NELLA SUA CASA
>> AMY WINEHOUSE: TRIBUTO PER IMMAGINI

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
patty 67 mesi fa

You will never die in my heart .... Riposa in pace piccola. Noi non ti dimenticheremo mai! Che dio ti benedica.

Vintageous 67 mesi fa

@amaranta: cio' che fa più male in questi casi è che le persone che giudicano non si chiedano "Cosa non ho fatto per aiutare qualcuno a me vicino sofferente". Quelli che giudicano sono coloro che hanno paura anche solo di pensare e parlare di dolore e morte. RIP Amy

amaranta 67 mesi fa

sono una madre che a perso una figlia asoli 18 anni sono nei cuori dei suoi genitori ciao piccola

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).