Gioca Jouer spegne trenta candeline

27 luglio 2011 
<p><em>Gioca Jouer</em> spegne trenta candeline</p>
PHOTO LAPRESSE

Altro che Danza Kuduro, questo è un brano che ha (già) fatto la storia e quest'anno spegne la bellezza di 30 candeline. Claudio Cecchetto lo ha portato al successo nel 1981, anno in cui divenne sigla del Festival di Sanremo, e ancora oggi Gioca Jouer è il tormentone simbolo di un'intera generazione. Cecchetto ha sguinzagliato i suoi tre figli Claudio, Jody e Leonardo su Youtube per realizzare una video - celebrazione della ricorrenza. I tre, che sfoggiano una capigliatura identica a quella di papà, sono andati a pescare fra le migliori 100 esibizioni pubblicate sul portale dagli utenti.

 

 

Cinque anni fa, in occasione del venticinquesimo compleanno, il produttore ha dato una rinfrescata al brano e lo ha tradotto in francese, inglese, spagnolo, tedesco e cinese. Colonna sonora, Gioca Jouer, di un percorso durante il quale sono esplosi Jovanotti, Fiorello e gli 883, tanto per citarne alcuni. Oggi gli osservati speciali sono i ragazzini di Io Canto, trasmissione di Canale 5 che vede Cecchetto nelle vesti di giurato. E di talent scout d'eccezione nel caso in cui fra i giovani concorrenti si nasconda l'autore del prossimo tormentone. Nell'attesa … Dormire, salutare, autostop, starnuto, camminare, nuotare, sciare …

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).