Vip tattoo. Chi li preferisce micro

27 luglio 2011 
PHOTO GETTY IMAGES

GUARDA LA GALLERY
Un mini tatuaggio, anzi micro, a Hollywood pare il modo più semplice per 'rompere' le regole senza che si noti troppo. Posto in punti strategici (dall'interno della caviglia al collo del piede, dall'attaccatura dell'orecchio allo spazio tra un dito e l'altro), si vede solo all'occorrenza, non impone particolari sessioni di trucco camoufflage sul set e, anzi, si può facilmente nascondere con l'accessorio giusto.

Per chi non ne ha, può rappresentare il brivido di una piccola trasgressione; per chi ne ha molti e grandi, lo scrigno di messaggi intimi, che non tutti possono decifrare.
Per tutti, traducendo sulla pelle la regola di stile "less is more", un tattoo di taglia mini, quasi invisibile, sa essere non solo seducente, ma anche distintivo, personale, se non peculiare. Chissà, forse anche magico e scaramantico!
Sfoglia gli esempi, da Lea Michele di Glee a lady Helen Mirren, da Penelope Cruz a Nicky Hilton...
GUARDA LA GALLERY

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).