Daniel Craig: "Non sono così tosto"

07 agosto 2011 
<p>Daniel Craig: "Non sono così tosto"</p>

Parata di stelle al 64° Festival di Locarno con l'arrivo del trio più atteso, quello formato da Harrison Ford, Daniel Craig e Olivia Wilde, protagonisti di Cowboys and Aliens di Jon Favreau.

Ad accoglierli non solo il calore e l'entusiamo del pubblico, ma anche una pioggia torrenziale che però non ha impedito ai nostri di partecipare alla premiere del loro film in occasione del quale è stato anche consegnato a Harrison Ford un premio speciale alla carriera. "Ho iniziato questo lavoro quando la gente affollava ancora le sale" - ci ha raccontato l'attore - "E mi considero fortunato nonché orgoglioso per avere avuto la possibilità, in questi anni, di collaborare con persone di talento. Sono davvero riconoscente per il premio che il festival ha voluto darmi."

Quando poi gli si chiede se è stanco di recitare, ci risponde scherzando: "Assolutamente no. Il cinema è meglio di un vero lavoro!" Per lui un futuro da regista? "Non credo proprio" - dice - "La regia non mi attira, perchè non mi piace l'idea di avere il controllo su tutto".

Con Daniel Craig si parla un po' di più del film: "Mi sono sempre piaciuti i western, anche perchè c'è sempre la redenzione dei cattivi. Una cosa che è successa anche al mio personaggio. Devo confessarvi che non è stato facilissimo immedesimarmi in lui, perchè io non sono così tosto!"

E mentre parla coglie l'occasione di scherzare un po' con il suo compagno di set: "Ogni tanto chiedevamo ad Harrison di mettersi delle cose in testa per far finta di essere un alieno!"

Tra i due c'è lei: la bellissima Olivia Wilde."Mi sono divertita tantissimo a girare Cowboys and Aliens" - ammette - "Ho imparato ad usare il fucile, sono andata parecchio a cavallo e altre cose di questo tipo. Io poi sono sempre stata un'appassionata di western, anche se si pensa che sia un genere piu' da uomini".

Inevitabili le domande sulla sua carriera in ascesa: "Devo molto al Dr. House, perchè mi ha fatto conoscere in tutto il mondo. Pensate che la gente per strada mi chiede consigli medici! I registi poi hanno iniziato a scritturarmi e sono felice che cosi' tante persone abbiano creduto in me, nonostante ci siano in giro tante brave attrici".

Ma rifarebbe una serie? "Si, non lascio la tv. Voglio continuare, finchè sarà possibile, a fare sia cinema che tv passando magari per il teatro".

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).