Glee project: dal talent al serial, volti nuovi per Glee

22 agosto 2011 
<p>Glee project: dal talent al serial, volti nuovi per
<em>Glee</em></p>
PHOTO GETTY IMAGES

Si chiamano Samuel Larsen e Damian McGinty i vincitori del Glee Project, il talent show figlio del telefilm, con cui condivide il "papà", Ryan Murphy. Il premio? Sette episodi nella terza stagione del serial, con ruoli cuciti su di loro.

Il talent, che ha visto molti attori di Glee nel ruolo di "mentors", con un'inedita integrazione tra fiction e "reality tv", era nato anche sull'esigenza di creare un ricambio nel cast originale, come aveva chiarito lo stesso Murphy qualche mese fa, spiegando che la freschezza di uno show musicale ambientato in una high school risiede anche nel far cantare e recitare ragazzi coetanei - o quasi - dei personaggi che interpretano.

Così ecco che ai veterani Lea Michele, Chris Colfer e Cory Monteith si affiancano i diciannovenni Samuel e Damien, premiati ex aequo nella puntata di chiusura. Ma è andata bene anche agli altri due finalisti Alex Newell e Lindsay Pearce, che parteciperanno a due episodi del serial.

Intanto circolano voci su un ulteriore spin off di Glee, che vedrebbe proprio i personaggi di Rachel, Finn e Kurt trasferirsi alla Julliard di New York dopo il diploma. Ma per ora Murphy dice che non c'è ancora nulla di certo...

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).