Madonna. Così vicina, così lontana

01 settembre 2011 

Come una diva che si rispetti si apre e si ritrae. Per tutta la press conference del suo secondo film, WE, sta con i gomiti aperti bene appoggiati sul tavolo, schiena dritta, busto proteso…
Si direbbe curiosa di sentire le domande. Il peso è così spostato in avanti, verso il pubblico, che la sua sedia, poggia per quasi tutto il tempo sulle gambe anteriori. Madonna c'è, è partecipe, (per finta o per davvero) apprezza questa occasione di confronto diretto.
Poi, però, come una vera diva, quando a fine conferenza si scatena l'affetto dei fan e il tavolo trema sotto il peso di chi si protende per un autografo o una foto, visibilmente si infastidisce, quasi si spaventa. Sussurra al bodyguard al suo fianco, in difficoltà (mai quanto il suo collega sotto, in mezzo alla platea), un "Non sono a mio agio". E se ne va.


Il prossimo appuntamento con i fan ora è sul tappeto rosso. Si avvicinerà di più?

Tags:
Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).