Gary Oldman dà la caccia alle spie con il fantasma di Alec Guinness

05 settembre 2011 
di M.M.
<p>Gary Oldman dà la caccia alle spie con il fantasma di Alec
Guinness</p>
PHOTO LAPRESSE

E' una spy story il primo film in concorso della 5° giornata del festival di Venezia: Tinker, Taylor, Soldier, Spy di Tomas Alfredson, che da noi uscirà con il titolo La Talpa, tratto dall'omonimo romanzo di John Le Carré.

Stellare - ancora una volta in questa Venezia 68 - il cast di attori capitanati da un magistrale Gary Oldman nei panni di Gorge Smiley, funzionario dell'Intelligence inglese alle prese con un infiltrato dei servizi russi nei primi anni '70, in piena guerra fredda. Tra gli altri interpreti Colin Firth, John Hurt, Ciaran Hinds, Benedict Cumberbatch e Mark Strong, tutti presenti al Lido.

"E' stata una grande opportunità poter tornare a lavorare in Inghilterra con Tomas e questo grande cast - racconta Gary Oldman - Siamo tutti grandi fan gli uni degli altri. Ricordo la mattina della scena in cui siamo tutti intorno a un tavolo ed ero in estasi: avevo lì persone con cui volevo lavorare da anni, in particolare John Hurt".

Il fatto che il suo ruolo fosse stato interpretato da Alec Guiness nella serie Tv di immenso successo lo ha messo sotto pressione?
"All'inizio aleggiava una specie di il fantasma, ma alla fine l'ho affrontato come qualsiasi altro ruolo classico che in tanti hanno già recitato: un Amleto, un Lear… non bisogna sentirsi intimoriti dai precedenti. Una parte come la mia in questo film è un grande dono".

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).