Mike Bongiorno, a due anni dalla morte la lettera del figlio

07 settembre 2011 
<p>Mike Bongiorno, a due anni dalla morte la lettera del figlio</p>
PHOTO SGP ITALIA

Era l'8 settembre 2009 quando Mike Bongiorno si è spento in una camera d'albergo di Montecarlo a causa di un attacco cardiaco. Oggi, a due anni di distanza, uno dei suoi figli, Michele Bongiorno, ha inviato una lettera al Corriere della Sera per ricordare l'anniversario della morte del padre e soprattutto, per ribadire l'importanza di continuare ad adoperarsi per ritrovare il corpo del presentatore.

Dopo la morte, infatti, Mike Bongiorno era stato sepolto nel cimitero di Dagnente (Arona), ma a distanza di sedici mesi, il 25 gennaio 2011, la sua tomba era stata profanata ed era stata trafugata la sua salma.

«Domani cade per la seconda volta la ricorrenza della scomparsa di mio padre - scrive Michele nella lettera -. Per nostra madre, per me e i miei fratelli questa seconda ricorrenza avviene otto mesi dopo la profanazione della tomba e il rapimento della sua salma. Proviamo, oltre al dolore, un senso di forte spaesamento verso un gesto che non si è ancora chiarito e che facciamo fatica a pensare di dover un giorno spiegare ai nostri figli o nipoti».

Per questo, continua il figlio di Mike, «desideriamo chiedere alle istituzioni, alle forze dell'ordine e a chiunque sappia qualcosa di non abbandonarci e che venga fatto ancora tutto il possibile perchè sia risolta questa situazione, per ciò che è giusto. (...) E mio padre per primo ci ha insegnato che è giusto e bene poter andare a trovare i propri cari e portare loro un fiore sulla tomba».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Giovanna 64 mesi fa

Michele è una persona stupenda. L'ho incontrato qualche anno fa ad Arco. Auguro a lui e alla sua famiglia ogni bene. Sono vicino a loro per questo fatto assurdo, di cui non esiste una spiegazione sensata, e mi auguro che prestissimo si abbia una soluzione positiva alle indagini. Col cuore. G.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).