Valeria Solarino: «Sarò Anita Garibaldi»

16 settembre 2011 
<p style="margin-bottom: 0cm;">Valeria Solarino: «Sarò Anita
Garibaldi»</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Bellezza e fascino spesso prendono strade diverse, ma nel suo caso vanno a braccetto. Sarà anche per questo che Valeria Solarino è una di quelle attrici che non solo colpiscono al cuore agli uomini, ma vengono amate e ammirate anche dalle donne.
Recentemente è stata tra le protagoniste della 68° Mostra del Cinema di Venezia, dove (all'interno delle Giornate degli Autori) ha presentato Ruggine, nuovo film di Daniele Gaglianone in cui ha recitato al fianco di Filippo Timi, Valerio Mastrandrea e Stefano Accorsi...

Che rapporto hai con Venezia?
«E' sempre bello tornarci e poi io sono particolarmente legata alla Mostra del Cinema. La prima volta che ci sono stata era con Fame Chimica, quindi si parla di otto anni fa circa e da allora ci sono venuta tutti gli anni, per motivi diversi».

Pregi di un festival internazionale come quello veneziano?
«Per prima cosa è un'ottima vetrina per i film, soprattutto i più piccoli. E poi è un'occasione per incontrare gente del mondo del cinema, che magari non vedi spesso. A volte si ha come l'impressione di essere tutti in gita. Al Festival di Roma invece è diverso perchè la sera, abitando lì, si torna quasi sempre a casa».

Quanto ti affascina Venezia come città?
«Tantissimo: è una location unica, che non lascia indifferenti. A me piace soprattutto prendere la barca per raggiungere il Lido: è qualcosa di magico».

Come prepari la valigia quando devi partire per un festival?
«La prima preoccupazione è per gli abiti: io cerco sempre di scegliere uno stile diverso rispetto a quello della mia uscita pubblica precedente. Poi metto insieme un mix di abiti eleganti e di mise più casual, cercando di portare un numero sufficiente di scarpe per poi fare gli abbinamenti giusti».

Le scarpe sembrano una tua passione... Che rapporto hai con i tacchi?
«Mi piacciono, ma è dura portarli tutto il giorno, soprattutto dopo aver passato un'estate praticamente scalza».
>> BEAUTY PORTRAIT: VALERIA SOLARINA, BELLA ''TOSTA''

Sei un tipo scaramantico? Porti con te un portafortuna?
«Devo dire di no e quindi niente portafortuna».

Prossimi progetti?
«Tornerò a teatro con La signorina Giulia di August Strindberg, per la regia Valter Malosti. Poi sarò Anita Garibaldi in una fiction diretta da Claudio Bonivento, che andrà in onda nel 2012 su Raiuno: una bellissima esperienza, anche perchè si tratta di un personaggio unico, che ha ricoperto un ruolo fondamentale nella storia del nostro paese».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).