Falling Skies e Terra Nova: continua l'era Spielberg in tv

04 ottobre 2011 
<p><em>Falling Skies</em> e <em>Terra Nova</em>: continua l'era
Spielberg in tv</p>

Ieri sera si è conclusa la prima stagione di Falling Skies ma i fan di Steven Spielberg non 'sentiranno la sua mancanza'. Stasera su Fox alle 21 parte Terra Nova, altro telefilm di sua produzione: niente alieni stavolta ma dinosauri. Siamo in piena era Spielberg in tv. Il geniale registra-produttore deve essere davvero un eterno Peter Pan perché sforna telefilm in cui i protagonisti, uomini a parte, devono essere stati i suoi giocattoli preferiti. Ma non è che Spielberg, essendo troppo se stesso, inizi un po' a stancare? O è un sacrilegio pensarlo?

Falling Skies, dopo una partenza non troppo brillante, si è ripresa con alcune puntate bomba che hanno aperto quesiti interessanti di cui vedremo gli sviluppi nella seconda stagione: per esempio, cosa succederà ai ragazzi come Ben innestati dagli alieni? Sono destinati a trasformarsi in skitter? Che ruolo hanno gli alieni umanoidi, new entry tra le tipologie di extraterrestri? Nonostante la curiosità per come si scioglieranno tutti questi nodi, qualcosa è stato risolto in maniera troppo semplice in questa prima stagione: la chiusura dell'ultima puntata con Tom Mason (Noah Wyle) avvolto nella luce che segue un alieno sull'astronave non è un po' scontata? Un po' troppo alla Spielberg, per essere all'altezza di Spielberg? E cosa dire di Rick, il ragazzino innestato dagli alieni che tradisce la resistenza umana per poi tornare in lacrime da Tom: va bene la redenzione, ma il perdono arriva così, senza colpo ferire? Troppo facile. Peccato perché l'attesa della battaglia finale era stata costruita con un crescendo interessante. Come se non bastasse, Tom finalmente bacia la dottoressa Anne Glass (Moon Bloodgood). Finalmente perché si sapeva che sarebbe accaduto, ma questa svolta romantica quali elementi intriganti porterà alla trama?

La domanda che le racchiude tutte è se si vuole che Steven Spielberg ci dia qualcosa di totalmente inaspettato oppure se va bene che resti su un terreno rassicurante, che stia cioè tra E.T. e Jurassic Park. Il nocciolo della questione, anche per Terra Nova, è questo: sarà una chicca o saprà di già visto? Per ora sappiamo che la terra è morente, e che per legge ogni famiglia non può avere più di due figli, a causa della sovrappopolazione. Per sopravvivere bisogna fare un viaggio indietro nel tempo: nella terra abitata dai dinosauri viene fondata la colonia di Terra Nova. Qui si ritrova la famiglia Shannon, genitori e tre figli, ovviamente con la terza bimba tenuta nascosta. Gli elementi che complicano la trama sono un gruppo di uomini separatisti che si è ribellato alla colonia e dei misteriosi segni dipinti che indicano il passaggio di qualcuno prima dei coloni. Con un budget stellare a disposizione, Steven Spielberg ci porta sulla terra di 85 milioni di anni fa: rassicurante o innovativo, ci aspettiamo che stupisca.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).