Hilary Swank cerca il perdono con la beneficenza

14 ottobre 2011 
<p style="margin-bottom: 0cm;">Hilary Swank cerca il perdono con la
beneficenza</p>
PHOTO SPLASH NEWS

Aveva sollevato un polverone la presenza di Hilary Swank alla festa di compleanno per il leader ceceno Ramzan Kadyrov. Accusato da molti gruppi per i diritti umani di essere un dittatore, macchiatosi di torture e omicidi, lo scorso 5 ottobre Kadyrov aveva dato una festa a cui, oltre all'attrice premio Oscar per Million dollar baby e Boys don't cry, avevano partecipato anche l'action star anni '90 Jean Claude Van Damme, il cantante Seal e la violinista Vanessa Mae.

Resasi conto troppo tardi di avere messo piede nel party sbagliato, e subito rimproverata da Human Rights Watch e dalla stampa di mezzo mondo, l'attrice ha diramato un comunicato ufficiale di scuse: «Mi dispiace profondamente di avere preso parte a questo evento. Se avessi capito davvero di che cosa si trattava, non ci sarei mai andata». Profumatamente pagata per la sua presenza, l'attrice ha poi fatto sapere che i soldi del suo "gettone di partecipazione" verrano dati a delle organizzazioni di beneficenza.

> OGGI IN PEOPLE
> ALTRE NEWS

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).