Bufera su Susan Sarandon che ha definito il papa "nazista"

18 ottobre 2011 
<p>Bufera su Susan Sarandon che ha definito il papa "nazista"</p>
PHOTO SPLASH NEWS

Da quando ha chiamato Benedetto XVI "Quel nazista", Susan Sarandon non se la passa bene. Dal rappresentante della Catholic League, Bill Donohue, che la definisce "stupida" e "spregevole" alla Anti Defamation League, che le chiede di scusarsi, è un tourbillon di commenti e reazioni.
Ecco cos'è successo: durante un'intervista all'Hamptons International Film Festival, l'attrice sessantacinquenne ha raccontato di quando ha spedito una copia del libro da cui è stato tratto Dead Man Walking (il film del 1995 sulla pena di morte, in cui recitava accanto all'ex compagno Tim Robbins) al papa, inteso come Giovanni Paolo II, specificando: "Non quel nazista che c'è adesso". E poi ha ribadito, sbagliando il nome dell'organizzazione:  "Era nella Gioventù Nazista, non me lo sto inventando".

Donohue ha subito chiarito che il passaggio di Joseph Ratzinger nella gioventù hitleriana, obbligatorio all'epoca per i cittadini tedeschi, è stato fulmineo e il papa se n'è allontanato appena  possibile.

Non è la prima volta che Susan Sarandon prende una posizione, e, prima della tempesta mediatica, la sua battuta era stata accolta da una risata in platea.
Ma, come insegna Lars Von Trier, meglio non parlare di nazismo in un'intervista sul cinema.
>> DAL PORNO A HITLER, LE GAFFE DI LARS VON TRIER

> OGGI IN PEOPLE
> ALTRE NEWS

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Giovanna 62 mesi fa

Non è la prima che va contro il Papa. Sinead..la cantante irlandese (tra le altre cose).....aveva fatto molto di meglio....Questa racchia sopravvalutata sarebbe meglio che facesse una cura di ormoni.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).