The Walking Dead 2, il ritorno degli zombie in tv

18 ottobre 2011 
<p><em>The Walking Dead 2</em>, il ritorno degli zombie in tv</p>

Gli zombie sono tornati, brutti e cattivi come nella prima stagione. Ieri sera alle 22.45 su Fox (canale 111 di Sky) ha debuttato The Walking Dead 2, a sole 24 ore di distanza dalla messa in onda negli Stati Uniti. La prima stagione era composta solamente di 6 puntate, questa nuova propone 13 episodi (7 in onda ora, gli altri tra qualche mese) che ci riportano dentro la lotta per la sopravvivenza degli uomini contro gli zombie: tornano i nostri eroi, che hanno trovato un leader nel poliziotto Rick Grimes (Andrew Lincoln), e che sono costretti a difendere con tutte le loro forze la propria vita. In queste nuove puntate i protagonisti umani dovranno vedersela con la scarsità di acqua potabile e farmaci, e con altri mille problemi strettamente legati alla loro sopravvivenza. La serie riparte con il gruppo di sopravvissuti che si allontana da Atlanta e si rifugia in una fattoria. Un problema in meno, dunque: trovano casa. Ma Rick non ha solo pensieri riguardanti la sua salvezza e il suo sostentamento: c'è in ballo anche il suo matrimonio con Lori, minacciato dal suo amico e collega Shane. Implicazione amorosa un po' banale, già tirata fuori nella prima stagione: da 5.

La prima puntata della nuova serie offre subito un cimitero di auto, un'orda di zombie incombenti e respiri affannosi dei pochi umani rimasti: da 10 l'immagine di Rick in primissimo piano che imbraccia il fucile, un classico ormai di questa serie tv. Il pathos creato dalla prima stagione c'è e si rivede tutto (voto 8), i morti che camminano fanno sempre paura, finora più di alieni e dinosauri - tutte trasposizioni tv delle nostre paure in tempi di crisi? Eppure per farli fuori, più semplicemente che per i cattivi di varie specie delle altre serie tv, basta sparare o, più saggiamente (il rumore li attira), infilzarli con un cacciavite. Certo il problema maggiore del gruppo non sono i morti viventi ma le relazioni interne, chi decide e chi esegue, la convivenza tra persone tanto diverse.

Splatter al cubo la scena dello squartamento dello zombie, ma solo in teoria: fortunatamente non ci hanno fatto vedere niente, o quasi. Le campane che suonano in una piccola chiesetta bianca danno un'illusione di normalità, ma no: i morti che camminano sono sempre lì. Finale di puntata totalmente inaspettato con il figlio di Rick, Carl, che cade a terra colpito da una fucilata. Gli zombie però non sparano.

Venerdì 21 ottobre alle 21.50 andrà in onda la prima puntata in versione 'director's cut', per veri cultori della serie.

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).