Maggie Gyllenhaal: «Quando si parla di sesso, siamo noi i veri vittoriani»

28 ottobre 2011 
<p style="margin-bottom: 0cm;">Maggie Gyllenhaal: «Quando si parla
di sesso, siamo noi i veri vittoriani»</p>
PHOTO GETTY IMAGES

«Al festival di Toronto in sala ridevano, ma in modo imbarazzato. Non lo ammettiamo, ma siamo noi oggi ad essere i veri vittoriani». Ne è convinta Maggie Gyllenhaal, protagonista di Hysteria, il divertente film di Tanya Wexler che racconta la nascita del vibratore nell'Inghilterra del 1800.

La pellicola, presentata al 6° Roma Film Fest (in concorso), è stata 'accompagnata', oltre che dalla regista e da Maggie Gyllenhaal, anche da un Rupert Everett in versione casual (con tanto di maglioncino con renne). L'attore, con il suo consueto sense of humour, ci tiene a sottolineare che: «Londra è stato uno dei primi centri del piacere. Sotto la sua superfice formale nasconde cose molto interessanti!».

Ma gli attori come si sono trovati sul set, alle prese con pseudo-visite ginecologiche? «Usavamo un sacchetto con della sabbia e, a furia di rifare le scene, Jonathan Pryce si è bruciato le nocche delle dita!» - svela la regista, che tiene a precisare: «Gli uomini tendono a darci delle isteriche, ma la mia intenzione con questo film non era quella di scatenare un conflitto uomo-donna, ma di farli venire tutti insieme».

> OGGI IN PEOPLE
> ALTRE NEWS

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).