Arisa più forte: «Ho abbandonato le zavorre»

di Margherita Vallotto 

Arisa, per la terza volta al Festival di Sanremo con il brano La notte. Certamente è cambiata dalle prime volte che l'abbiamo vista qui (e non solo)

Margherita Vallotto

Leggi tutti

Terzo Sanremo per la cantante lucana che, nel frattempo, ha fatto tv (Very Victoria, X Factor), ha scritto un romanzo e recitato in due film. Arisa è cresciuta?
«Io sono cambiata perché non mi vergogno di quella che sono, della mia femminilità e delle mie debolezze. Ho abbandonato tante zavorre. Non è cambiata invece la mia voglia di condividere e di darmi, però mi difendo un po' di più rispetto al passato perché ho ricevuto un bel po' di delusioni. Oggi mi va di far conoscere qualcosa di me che non sia solo il lato di me sorridente: ognuno di noi è tante cose e non bisogna vergognarsi di nessuna delle cose che siamo. Questa è una delle lezioni che ho capito dopo un bel po' di tempo. E di analisi».
E sull'esibizione di ieri sera commenta: «Ieri sera prima di cantare ero abbastanza agitata, impegnata a scaldare la voce, a mettermi e a togliermi lo smalto in camerino».
Chissà stasera, al bis.

> PIU' FESTIVAL DI SANREMO
> PIU' MUSICA
> PIU' STAR


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it