Paul Weller, la classe
del brit rock over 50

di Danilo Lenzo 

Conquistano per stile e qualità le esibizioni da solista dello storico leader dei Jam e degli Style Council. In tour sui palchi europei con l'undicesimo album

Danilo Lenzo

Danilo Lenzo

Contributor e WriterScopri di piùLeggi tutti


Photo courtesy of Barley Arts

Photo courtesy of Barley Arts

Il concerto perfetto. Qualità, professionalità ed emozioni forti. È questa la sintesi dell'esibizione live del 12 luglio di Paul Weller, classe 1958, sul palco del Castello Visconteo di Vigevano, nell'ambito di "Dieci giorni Suonati 2012", il Festival internazionale organizzato da Barley Arts.

Artista completo che prima di intraprendere la carriera da solista ha guidato due band storiche inglesi: The Jam e The Style Council.
Oltre due ore di buona musica davanti a un pubblico "contenuto" ma dai gusti musicali molto raffinati.

Eppure in Inghilterra questo 54enne, con il viso da ragazzino, è uno dei musicisti più amati e seguiti della scena rock. Appartiene a quella schiera di musicisti over 50 che, come il vino buono, migliorano invecchiando, tra questi solo per citarne alcuni: Robert Smith (The Cure, 53 anni), Morrissey (ex The Smiths, 53 anni), Mick Jagger (Rolling Stone, 69 anni) che ha appena festeggiato mezzo secolo di concerti (il primo risale al 12 luglio 1962, Londra).
Lo stesso Paul Weller ha anche reso omaggio a un altro mito vivente, Paul McCartney (The Beatles) che per sua stessa ammissione l'ha molto influenzato musicalmente. Weller ha inciso per lui una personale versione di "Birthday", brano che faceva parte del doppio album bianco dei Beatles uscito nel 1968. Tutti i proventi dalla vendita della cover andranno per beneficienza all'associazione no profit War Child.

Quella di Vigevano è stata un'esibizione di gran classe. Weller, tra una sigaretta e l'altra, passando continuamente dalla tastiera alla chitarra, ha permesso di ripercorrere molte tappe della musica inglese dagli anni Settanta a oggi, una sequenza perfetta di stili e tendenze diverse. Molte le tracce estratte da Sonik Kicks, ultimo lavoro sperimentale dell'artista inglese (e undicesimo album da solista).

Chiusura in grande stile con la mitica A Town Called Malice dei Jam. La scaletta del concerto: Wake up the nation, 22 dreams, Moonshine, Kling I klang, Into tomorrow, Stanley road, That dangerous age, The attic, From the floorboards up, Start!, Around the lake, Pieces of a dream, Study in blue, Paperchase, Dragonfly, You do something to me, Foot of the mountain, Drifters, Broken stones, Whirlpool's end.
I Bis: All I wanna do (is be with you), Fast car/slow traffic, Art school, In the city, The changingman, A town called malice.


PROSSIME DATE DEL TOUR

15 LUGLIO 2012 - Henham Park, Southwold (Latitude Festival)
1 AGOSTO 2012 - Londra
22 e 23 OTTOBRE - Tokyo


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it