Paul McCartney dopo i Beatles: "In Scozia per sentirmi libero"

di Elisabetta Lombardo 

Dopo lo scioglimento dei Beatles, Sir Paul McCartney si ritirò con la famiglia in una fattoria nel sud della Scozia, dove trovò l'ispirazione per ripartire. Nacque così l'album Ram, oggi ripubblicato

Elisabetta Lombardo

Elisabetta Lombardo

TranslatorScopri di piùLeggi tutti


I McCartney in Scozia
 foto Getty

I McCartney in Scozia
foto Getty

Certe volte c'è bisogno di cambiare aria, per ritrovare il giusto senso delle cose. Deve aver provato questo desiderio anche Paul McCartney quando, nel 1971, decise di trasferirsi in Scozia con la sua famiglia in seguito allo scioglimento dei Beatles. Una scelta dettata dal desiderio di evitare quanto più possibile l'onda d'urto dei problemi legali conseguenti la fine del gruppo.

«Mi è stato di grande aiuto con tutto quello che stava succedendo, dopo che i Beatles si erano sciolti. Per me, dai primi giorni in studio fino ad arrivare al Ed Sullivan Show o ai grandi tour americani, quella è stata tutta la mia vita. E quando a un certo punto è finito tutto nel caos, non è stato piacevole. Il mio primo pensiero a quel tempo fu 'Vattene, non startene qui seduto a prender parte a tutte queste riunioni con persone che continuano a dirti 'Devi fare così, o no, no…', a una serie di situazioni squallide che erano tutto l'opposto di ciò che esser i Beatles aveva significato».

«Ce ne andammo, Linda ed io, prendemmo le ragazze (Heather, la figlia di primo letto di Linda, e Mary, la primogenita della coppia, ndr) e ci trasferimmo in Scozia, dove trovammo la libertà. Libertà di crescere la nostra giovane famiglia. E realizzammo tutto d'un tratto quanto fosse importante. L'alternativa sarebbe stata 'Ciao amore, ci vediamo più tardi. Tu tira su i bambini, io vado a farmi un paio di riunioni pesanti, a parlare di affari…' E così ce ne andammo».

I McCartney si trasferirono per un periodo nella loro fattoria, nel Mull of Kintyre, la parte sud-occidentale della Scozia. Durante la permanenza lì, Paul e Linda lavorarono alla loro prima collaborazione musicale: Ram, un album che riflette in qualche modo il contesto pacifico e idilliaco in cui si trovavano.

Come ha raccontato McCartney alla BBC Radio6: «Quello era lo spirito in cui fu scritto Ram. Io potevo prendere la mia chitarra e andarmene sulle colline, scrivere una canzone, tornare indietro e appuntarla sul mio taccuino, poi registrarla, a New York e più tardi a Los Angeles. È stato favoloso, quell'album riassume la libertà che provavamo in quel periodo e che credo si rifletta nella musica».

Per chi fosse curioso di respirare quell'aria di libertà, l'album Ram è stato ri-pubblicato a maggio con tracce extra e contenuti esclusivi, oltre a cofanetto in versione Deluxe.
(fonte Bang)

>> PAUL MC CARTNEY, 70 ANNI A TUTTO VOLUME

> PIU' MUSICA
> PIU' STAR




Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it