Thom Yorke: denuncerò David Cameron se userà la musica dei Radiohead

di Manuela Puglisi 

Il cantante dei Radiohead minaccia un azione legale nei confronti del primo ministro David Cameron se userà le sue canzoni per la prossima campagna elettorale del Partito dei Conservatori

Manuela Puglisi

Manuela Puglisi

ContributorLeggi tutti


Thom Yorke

Thom Yorke

Non c'è carica politica che tenga, Thom Yorke ha avvertito: se il primo ministro inglese David Cameron dovesse usare una canzone dei Radiohead nella prossima campagna elettorale se la vedrà coi suoi avvocati. A Dazed & Confused ha detto « Devo dire che non amo l'idea che a un banchiere piaccia la nostra musica, o a David Cameron. Non riesco a credere che gli sia piaciuto così tanto King of Limbs. Allo stesso tempo penso: chissene frega? Finché non la usa per le sue campagne elettorali, non mi interessa. Lo rovinerei in tribunale se lo facesse». Yorke mette le mani avanti, in passato è successo a dei colleghi di scoprire che una propria canzone era stata usata a tradimento. Quando, nel 2010, Everybody's Changing dei Keane è riecheggiata nelle sale di una cena del Partito Conservatore il batterista aveva commentato «Sono inorridito, io non voterò per loro». In ogni Thom Yorke non è noto per essere vicino al partito conservatore, ha opinioni forti su questioni sociali e ambientali e ha partecipato a Occupy London con un Djset.
(foto Corbis)

>> I RADIOHEAD SMENTISCONO: NIENTE BRASILE IN ATTESA DELL'APOCALISSE

> PIU' MUSICA
> PIU' STAR

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it