«Simona Molinari è Dr. Jekill Mr. Hyde» (parola di Peter Cincotti)

di Marion Vague 

È disponibile da oggi, 14 febbraio, Dr.Jekill Mr.Hyde, il nuovo album di Simona Molinari. La cantante, in gara tra i big di Sanremo 2013 con Peter Cincotti, è pronta a travolgere tutti a suon di 'electroswing'

Marion Vague

Marion Vague

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Dr.Jekill Mr.Hyde di Simona Molinari

Dr.Jekill Mr.Hyde di Simona Molinari

Nel giorno di San Valentino esordisce l'ultima fatica musicale di Simona Molinari.
L'album si chiama Dr.Jekill Mr.Hyde (proprio come la canzone presente in tracklist che la cantante ha portato in gara a Sanremo con l'amico-collega Peter Cincotti) e vuole farsi portavoce di un genere tutto nuovo che la cantante definisce 'electroswing'. «Io adoro questo genere e finalmente sta arrivando anche in Italia. Credo che entrerà nelle case di tutti. Viene dal Nord Europa e i precursori sono stati i Gabin e i Gramophonedzie che hanno spopolato con Why don't you do right. Lo swing era la dance degli anni '20. Io ho preso questo genere retrò in bianco e nero e ho provato a farlo rivivere a colori» dice con orgoglio Simona Molinari.
Dr. Jekill Mr.Hyde si compone di  11 brani e, questa volta, la cantante (vincitrice al Premio Lunezia per il valore testuale nel 2009) confessa di aver scritto molto meno di suo pugno: «avevo paura di ripetermi e ho lasciato fare di più. Mi sono arrivati tanti brani da Internet, discografici, tutti creati e pensati proprio per il mio genere. Ed è una cosa bellissima, mi sono sentita lusingata».
Oltre al sodalizio artistico con Peter Cincotti che presta la sua voce a ben tre canzoni (La Felicità e Dr.Jekill Mr.Hyde - presentate entrambe a Sanremo 2013 - e Non so dirti di no), Simona Molinari si è avvalsa di altri preziosi contributi. Hanno collaborato i The sweet life society (gruppo torinese), Roberto Gatto e Gilberto Gil. Quest'ultimo ha "prestato" un suo grande successo alla cantante che ne ha fatto un riadattamento italiano arrangiato in chiave electro-samba dal titolo Sampa Milano. «Gilberto cercava una voce italiana per questo brano e alla fine ha scelto la mia versione. L'ho fatta a modo mio, l'abbiamo registrata con questo arrangiamento electro-samba che rispecchia lo spirito dell'album. Mi piaceva l'idea di questa corrispondenza tra alcune città brasiliane e italiane: San Paolo con Milano, Rio con Roma e Salvador con Napoli».
Collaborazione "virtuale" ma decisamente portante per l'intero album è quella con Lelio Luttazzi: il pianista, scomparso nel 2010, le ha lasciato in eredità proprio il brano  Dr. Jekill Mr.Hyde ed è suo anche l'inconfondibile tocco al pianoforte di Buonanotte Rossana.
«Non ho mai conosciuto Lelio Luttazzi personalmente - dichiara la cantante - ma lui aveva espresso pareri positivi nei miei confronti e ha lasciato il brano in eredità alla moglie Rossana. È molto fumettistico e mi piace, mi piace fare musica come fosse un fumetto, essere un po' retrò e direi caratterizzante. Come fossi una maschera, non un personaggio reale».
Simona Molinari confessa di portare sul palco un personaggio completamente diverso da quello che è nella vita tutti i giorni: «C'è grande differenza tra la persona che sono nella realtà e quella che porto sul palcoscenico, anche per questo mi diverto a mischiare generi tanto diversi tra loro che rispecchino queste mie due componenti».
Sarà per questo che Peter Cincotti, presente alla presentazione dell'album, ribatte scherzosamente:
«Simona? È lei la vera Dr.Jekill e Mr. Hyde!»
Se le si chiede quale canzone preferisce all'interno della sua ultima "creatura discografica" la Molinari non ha dubbi: «La canzone alla quale sono più affezionata da un punto di vista testuale è Il Mulo che vuole essere una citazione del grande Fabrizio De Andrè che adoro. È una storia popolare e quando scrivi una canzone che è anche 'novella' è inevitabile pensare a lui. Racconta di come spesso si giudichino cose che non sappiamo, senza pensare magari alle motivazioni che portano le persone a fare determinate scelte. La realtà cambia a seconda degli occhi di chi la guarda, è questa la mia visione».

>>SANREMO 2013. SIMONA MOLINARI TRA I BIG CON PETER CINCOTTI

>PIU' MUSICA
>PIU' STAR


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it