Ecco chi ha vinto gli NME Awards 2013

di Manuela Puglisi 

Una su tutti Florence Welch, ma anche dei "vecchietti" che se la cavano ancora benissimo e qualche giovane che ha preferito non ritirare il premio come peggior band

Manuela Puglisi

Manuela Puglisi

ContributorLeggi tutti


Florence Welch

Florence Welch

Florence+The Machine ha vinto due premi, miglior artista solista e miglior inno da dancefloor per la sua collaborazione con Calvin Harris in Sweet Nothing. Commentando la vittoria ha detto che non si aspettava assolutamente di vincere e di non sapere nemmeno se è un'artista solista o no. I Maccabees hanno portato a casa il premio per il miglior album, il terzo Given To The Wild, o meglio, lo hanno "ritirato" via iPhone, visto che erano rimasti bloccati in aeroporto. I Biffy Clyro, invece, hanno vinto la statuetta come miglior band inglese e aperto lo show con la loro The Captain. Simon Neil si è detto fiero di aver vinto dato che «Ci sono tantissimi gruppi britannici bravissimi. Siamo a prova di bomba». Il premio come miglior nuova band è andato invece ai Palma Violets e il frontman Chilli Jesson scendendo dal palco ha urlato «Free Pussy Riot!». Alex James e Graham Coxon dei Blur hanno ritirato invece il loro premio per la miglior ripubblicazione per il cofanetto 21, dell'anno scorso. Coxon ha confessato «Le cassette che hanno composto questo cofanetto erano nel mio loft da 20 anni. Sono davvero felice che alle gente piacciano le cose che pubblichiamo e che ripubblichiamo. Non riesco a credere che continuiamo a cavarcela così». Brandon Flowers è salito sul palco a ritirare il premio per conto dei The Killers: miglior gruppo internazionale. Immancabili, e inossidabili, i Rolling Stones hanno portato a casa la statuetta per il miglior gruppo dal vivo e e il miglior film musicale, per tutti i compagni è salito sul palco Ronnie Wood. I Cribs sono stati premiato con il Teenage Cancer Trust per il contributo alla musica e hanno suonato il loro singolo Mirror Kissers. Gary Jarman ha ringraziato NME, dicendo che la rivista ha sempre «premiato quelli strani e i perdenti, sono fiero di essere uno di quelli. Abbiamo già vinto un NME, ma l'abbiamo perso quindi questo lo terremo da conto». Johnny Marr, ex Smiths, ha vinto il premio come "genio divino" per la sua carriera da chitarrista. Non hanno ritirato il proprio premio, chissà perché, ne gli One Direction (peggior gruppo dell'anno), né Harry Styles (cattivo dell'anno).
(foto Splashnews)

>> FLORENCE WELCH SI PERDE NELLA SUA LONDRA
>> NME SHOCKWAVES AWARDS

> PIU' MUSICA
> PIU' STAR

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it