I MODERNI: nuovo album IN/CASSA e tanta voglia di (far) ballare

di Silvia Gianatti 

Celeste, Placido, Marco e Fabio tornano con un nuovo album e un nuovo sound pop dance dove sono ancora le voci a essere protagoniste. Insieme ai sorrisi.

Silvia Gianatti

Silvia Gianatti

Blogger & ContributorScopri di piùLeggi tutti

Era il 2012. Erano appena usciti da XFactor, Non ci penso mai era diventato subito disco d'oro, con L'estate si balla avevano fatto da colonna sonora alle Olimpiadi di Londra. Poi era arrivato l'autunno e con lui il lavoro in studio, dove si sono chiusi per un anno e mezzo, alla ricerca di nuovi suoni. Di un nuovo inizio. Che arriva oggi. Colorati e decisamente pieni di energia e entusiasmo non solo quando sono sul palco ma anche quando rilasciano un'intervista, I Moderni sono Celeste e Placido Gugliandolo, Marco Musarella e Fabio Perretta. Affiatati, in sintonia, ognuno con il suo bagaglio musicale e di vita che ha voluto mettere dentro al nuovo lavoro. Tornano con In/cassa, album composto da dieci brani più una bonus track e prodotto da Maurizio Lobina, il fondatore degli Eiffel 65, quello di «I'm blue dabudidabuda», presente? E si sente. Sound tutto da ballare, con la pretesa, chiamiamola sogno, di far esplodere il genere "dance italiana". «Tra noi è nato un rapporto meraviglioso, di scambi artistici ma anche umani. Siamo stati in studio fino alle cinque del mattino, a provare e riprovare tracce, suoni, a mescolare le nostre voci. È stata una sfida, per Maurizio la dance è a una voce, noi siamo un gruppo vocale, così volevamo farci sentire. Abbiamo dovuto convincerlo.» Il risultato è un disco corale, curato anzi curatissimo «Abbiamo pensato ogni minimo dettaglio, c'è stato uno scambio di mail infinito, ogni cosa è stata pensata, dalla tracklist al colore usato per il cd e, sì, siamo molto soddisfatti del risultato!». Raccontano che questo anno e mezzo di lavoro per loro sia stato bellissimo, fatto di incontri speciali e risultati inaspettati «Ora certo, speriamo che sia bellissimo anche per chi ci ascolterà. La dance è il nuovo pop. In Italia forse non ce ne siamo ancora accorti, ma noi siamo rimasti folgorati.». Il primo singolo si chiama Un giorno qualunque e, a proposito di incontri, se hanno scelto proprio questo è anche perché quando Giuliano Sangiorgi dei Negramaro ha ascoltato il loro album non ha avuto dubbi «Ci ha detto subito che era per lui la canzone più forte».
Quando l'ascolti viene voglia di ballare e questo è quello a cui aspirano e non vedono l'ora di testarsi dal vivo «Abbiamo tantissima voglia di suonare, di vedere il pubblico agitare le braccia». E loro le alzano, anche durante l'intervista. Mentre la loro musica viene lasciata di sottofondo, sono numerosi i momenti in cui qualcuno della band si gira e alza il volume, come fosse irrefrenabile l'istinto di farsi catturare dal sound in cassa. In/cassa appunto, come il titolo del loro album «Si chiama così anche perché questi appena trascorsi sono stati mesi di riflessione, abbiamo capito che non è sempre tutto rosa e fiori in questo lavoro, che c'è sempre qualcuno pronto a puntarti il dito contro, con tanti pregiudizi. Noi abbiamo imparato a incassare. Prendiamo tutto con tranquillità. Tanto, alla fine, è il pubblico che decide». E sanno anche che questa volta ci mettono davvero la faccia «L'altra volta eravamo appena usciti da XFactor, abbiamo fatto tutto di corsa. Questa volta le canzoni le abbiamo scritte noi, c'è la nostra firma, c'è dentro quello che siamo in questo momento. Non ci sono scuse» Non resta quindi che aspettare di vedere che cosa dirà questo pubblico. Ma, nell'attesa, poco ma sicuro, possiamo cominciare a ballare.

DA STYLE.IT

  • Star

    Rocky Horror Show: uno spettacolo imperdibile

    Dopo dieci anni di assenza torna a teatro il celebre spettacolo di Richard O'Brian che riempirà i teatri di musica Milano e Forlì

  • Mamma

    Auguri papà, ti regalo un libro bellissimo

    E ti intervisto il suo autore. La vità è una pizza è un libro che ogni padre dovrebbe tenere sul comodino. Perché nel giorno della loro festa, ricordarsi quanto sono importanti le cose che ci sembrano inutili, male non fa

  • Moda

    La scarpetta di Cenerentola creata dai grandi della moda

    Avete presente la scarpetta di cristallo che Cenerentola perde sulle scale prima che si faccia mezzanotte? Nove famosi stilisti l'hanno creata per celebrare l'uscita del nuovo film sul grande schermo

  • Star

    Parole in circolo: il nuovo "progetto" di Marco Mengoni

    A due anni di distanza torna Marco Mengoni con la prima parte di un progetto pensato in due tempi che fa circolare parole. E musica


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alle newsletter di Style.it